Prodotti

Novartis avvia nel 2016 i test umani delle lenti “intelligenti” Google per in controllo della glicemia

Adv

Google

Nel 2014, Novartis e Google hanno avviato la collaborazione per sviluppare la lente a contatto “intelligente” per contribuire ad eliminare il doloroso processo della puntura al dito per i pazienti diabetici.

“Questo progetto sta procedendo bene”, ha detto Joe Jimenez, CEO di Novartis, in un’intervista al quotidiano svizzero Le Temps, come citato da Reuters. Fino ad oggi, molti scienziati hanno testato fluidi corporei come le lacrime per fornire un modo alternativo nei test per rilevare ilivelli del glucosio. Il blog di Google ha detto che la lente a contatto intelligente sarà esattamente simile a una lente morbida. Ma un chip wireless minuscolo e un sensore di glucosio sarà fissato tra due strati sottili di materiale morbido nelle lenti a contatto.

I prototipi possono generare letture una volta ogni secondo e misurare i livelli dello zucchero nel sangue con le lacrime di chi le indossa. Google sta anche esplorando la possibilità di includere luci LED all’interno di questi obiettivi, che potrebbero indicare se i livelli di glucosio hanno varcato la soglia limite o meno e fornire un primo avviso a chi le indossa.

Prima della distribuzione commerciale del prodotto, Google deve convalidare più studi di ricerca clinica per perfezionare il prototipo iniziale. Il blog ha detto che la società sarà guardando partnership con gli esperti per portare il prodotto sul mercato dopo averne discusso con la FDA.

Il programma Diabete dell’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che 347 milioni di persone in tutto il mondo hanno il diabete. L’OMS ha anche previsto che il numero di morti da diabete raddoppierà tra il 2005 e il 2030. Nel momento in cui l’International Diabetes Federation ha dichiarato che il mondo sta “perdendo la battaglia” contro il diabete, la lente intelligente Google può trovare una soluzione praticabile per il controllo della malattia?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: