Ricerca

L’analisi di 21 studi evidenzia come l’esposizione ai pesticidi è associata ad un aumentato rischio di sviluppare il diabete

Adv

Glicemia

Come si sviluppa il diabete è considerata un’interazione tra fattori genetici e ambientali. Prove emergenti suggeriscono che i contaminanti ambientali, tra cui pesticidi possono svolgere un ruolo importante nella patogenesi del diabete. In questo studio, i ricercatori hanno effettuato una revisione sistematica e una meta-analisi di studi osservazionali che hanno valutato l’associazione tra esposizione a pesticidi e diabete. L’associazione tra l’esposizione a qualsiasi pesticidi e tutti i tipi di diabete è stato esaminata. Le analisi separate per gli studi che guardavano solo al diabete di tipo 2 sono stati eseguite (T2D) sui partecipanti.
Un totale di 21 studi sono stati individuati per valutare l’associazione tra pesticidi e il diabete, che copre 66,714 individui (5.066 casi / 61,648 controlli). La maggior parte degli studi non riportano il diabete di tipo specifico esaminato. In quasi tutti gli studi analizzati, l’esposizione a pesticidi è stato determinata dal sangue o nell’urina bquali iomarker d’analisi, uno dei metodi più accurati. I ricercatori hanno scoperto che l’esposizione a qualsiasi tipo di pesticida è stato associata ad un aumentato rischio di qualsiasi tipo di diabete del 61%. Nei 12 studi che hanno analizzato solo il diabete di tipo 2, l’aumento del rischio è stata del 64% per coloro che sono esposti ai pesticidi. Per i singoli pesticidi, aumento del rischio è stato identificato in associazione con l’esposizione a clordano, oxylchlordane, trans-nonachlor, DDT, DDE dieldrina, eptacloro e HCB.
Gli autori concludono: “Questa revisione sistematica supporta l’ipotesi che l’esposizione a diversi tipi di pesticidi aumenta il rischio di diabete. Le analisi dei sottogruppi non sono emerse differenze nelle stime di rischio in base al tipo di studi e la misurazione dell’esposizione. Analizzare ciascuno dei pesticidi separatamente suggerisce che alcuni sono più propensi a contribuire allo sviluppo di diabete rispetto ad altri. ”
Gli autori aggiungono che i risultati devono essere interpretati con cautela, data la natura osservazionale dei dati che non prova la causalità delle associazioni osservate. Ora stanno effettuando ulteriori analisi dei dati e per fare un ulteriore meta-analisi dei pesticidi e dell’esposizione in relazione agli altri risultati, compresi esiti neurologici e diversi tipi di cancro.

Fonte: Diabetologia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: