Ricerca

Eccessiva sonnolenza diurna e lunghi pisolini collegati ad aumentato rischio di diabete 2

Adv

sonno profondoUn nuova e ulteriore ricerca presentata al meeting annuale dell’Associazione Europea per lo Studio del Diabete (EASD) di quest’anno dimostra che la sonnolenza diurna e lunghi pisolini durante il giorno sono entrambi associati ad un aumentato rischio di diabete di tipo 2. La ricerca è dal dottor Tomohide Yamada, dall’Università di Tokyo, in Giappone.

Il sonno è una componente importante di una vita sana, insieme a una buona dieta e adeguata attività fisica. L’eccessiva sonnolenza diurna è ampiamente diffusa in tutto il mondo, così come l’abitudine di prendere brevi sonni o “pisolini”. I sonnellini diurni sono solitamente brevi, ma possono variare da pochi minuti a poche ore. La frequenza varia dal prendere un pisolino occasionale a periodi di riposo previsti più volte al giorno per i dormiglioni abituali. Alcune persone prendono un abbiocco perché hanno troppo sonno durante il giorno a causa di un disturbo del medesimo.

In questo nuovo studio, gli autori hanno fatto una meta-analisi per valutare l’associazione tra la sonnolenza diurna o lo sonnecchiare e il rischio di diabete di tipo 2. Hanno cercato nelle base dati: Medline, la Cochrane Library, e Web of Science gli articoli pubblicati fino a novembre 2014 utilizzando le parole chiave sonnolenza diurna, pisolino, e diabete. Tra 683 studi inizialmente identificati, un totale di 10 sono stati ritenuti di buona qualità e comprendevano 261,365 soggetti asiatici e occidentali. Gli studi provenivano da Svezia, Spagna, Finlandia e Germania (sonnolenza diurna) e Stati Uniti, Cina e Germania (sonnellino). Eccessiva sonnolenza diurna è stata definita come rispondente a domande del tipo “Hai un problema di sonnolenza durante il giorno?». Il sonnellino diurno è stata definito sulla base di risposte a domande come “Si fa un pisolino durante il giorno?” o “Dormi durante il giorno?».

Eccessiva sonnolenza diurna è stata trovata associata con l’ aumentato rischio di diabete del 56%, mentre un pisolino durante il giorno lungo 60 minuti o più aumenta il rischio del 46%. Al contrario, un poco più corto (60 minuti o meno al giorno) non ha aumentato il rischio di diabete. L’analisi ha mostrato che non vi è stato alcun effetto di sonnecchiamento fino a circa 40 minuti al giorno, dopo di che il rischio ha cominciato ad aumentare sensibilmente.

Gli autori concludono: “L’eccessiva sonnolenza diurna e pisolini più lunghi sono stati associati ad un aumentato rischio di diabete di tipo 2, con un breve pisolino non aumenta questo rischio.”

Essi aggiungono: “La dormita diurna potrebbe essere una conseguenza dei disturbi del sonno notturni come l’apnea ostruttiva (OSA). Studi epidemiologici hanno dimostrato che l’apnea ostruttiva del sonno è connessa autonomamente ai blocchi (ischemia) delle arterie del cuore, ictus, fatali e non eventi cardiovascolari e mortalità per una qualsiasi causa. ”

Spiegano inoltre: “Diversi studi hanno dimostrato gli effetti benefici nel prendere brevi sonnellini aventi meno di 30 minuti di durata, che aiutano ad aumentare la vigilanza e le capacità motorie. La breve durata del pisolino prima della comparsa di profondo sonno ad onde lente e importante, poiché entrando nella fase ad onda lenta e profonda della dormita poi non si riesce a completare il normale ciclo di sonno e questo può provocare un fenomeno noto come inerzia del sonno, in cui una persona si sente stordita, disorientata, e anche assonnata di prima del sonnechiamento. Anche se i meccanismi con cui un breve pisolino potrebbero diminuire il rischio di diabete sono ancora poco chiari, tali differenze di durata dipendono negli effetti del sonno che potrebbero in parte spiegare i nostri risultati. ”

Fornito da Diabetologia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: