Prodotti

Un nuovo nebulizzatore impostato per sostituire le iniezioni di farmaco

newnebuliserUn nebulizzatore rivoluzionario sviluppato dai ricercatori dell’Università australiana di Melbourne RMIT (il MIT dell’Oceania) potrebbe, e sottolineo potrebbe, un giorno rilasciare farmaci antitumorali salvavita e vaccini tradizionalmente dati per iniezione.
Economico, leggero e portatile, il nebulizzatore avanzato trasporta dosi di farmaco precise ai pazienti con malattie polmonari o debilitanti, in pericolo di vita tra cui il cancro, la tubercolosi, l’asma e la fibrosi cistica.
Ma il nebulizzatore di terapia (TM) ha anche il potenziale per essere utilizzato nel somministrare insulina per le persone con diabete o per vaccinare i bambini in modo indolore non come si fa attualmente sottoponendoli a punture con aghi.
La tecnologia brevettata è tra le 10 tecnologie sviluppate dal RMIT e pronte per essere in mostra a Singapore la prossima settimana al TechInnovation 2015, un importante evento nel settore della tecnologia (22-23 Settembre).
Il professor Leslie Yeo, direttore del Laboratorio di Ricerca MicroNanophysics del RMIT, ha detto che la tecnologia di sollievo ha il potenziale per rivoluzionare il modo in cui i pazienti sono trattati con i farmaci, tra cui le persone con cancro del polmone i cui tassi di sopravvivenza sono rimasti stabili nonostante i significativi progressi terapeutici negli ultimi anni.
“Qualsiasi cosa possiamo nebulizzare, possiamo potenzialmente fornire”, ha detto Yeo.
“Il problema con i pesci palla normali è che solo il 30 per cento dei farmaci realmente raggiungere i polmoni, il resto si perde in bocca – il che non è un problema se i farmaci sono a buon mercato, ma è quando sono costosi.
“L’aspetto più importante del nostro dispositivo sta nel non richiedere l’inalazione tramite aerosol come gli inalatori onnipresenti, la cosa può essere un problema per le persone che già soffrono funzione polmonare compromessa.”
Yeo ha detto che inalatori tradizionali richiedono anche coordinazione mano-respiro per usati dai pazienti anziani e molto giovani a cui occorre insegnare di evitare un uso improprio.
«E a differenza degli inalatori tutti in un pezzo, il prototipo permette il dosaggio da regolare in base alla dimensione, l’età, sesso, profilo fisiologico e gravità della malattia del paziente.”
Il design non richiede maschere o ugelli nebulizzatori a differenza di altre, quindi non c’è nessun intasamento o incrostazioni problemi che ne diminuisce le prestazioni.
La tecnologia Respite utilizza onde sonore per eccitare la superficie del fluido o farmaco. Ciò genera una nebbia sottile capace di erogare molecole molto più grandi direttamente ai polmoni.
I test di laboratorio rigorosi hanno dimostrato che il dispositivo è in grado di erogare farmaci di nuova generazione come proteine, peptidi e DNA ai polmoni di un paziente, senza doverli inalare. Il dispositivo eroga farmaci a velocità fino a 3 ml / min, rispetto alle dosi molto inferiori di 0,4 ml / min benchmark dei nebulizzatori attuali.
Studi recenti a Melbourne hanno anche mostrato che dando alle pecore un vaccino contro l’influenza del DNA tramite il nebulizzatore ha consentito di avere risposte immunitarie simili agli animali iniettati con il vaccino.
Yeo, professore di Ingegneria Chimica e un futuro membro dell’Australian Research Council, ritiene che il dispositivo ha un potenziale enorme, in particolare per le persone con cancro del polmone.
“Il tasso di sopravvivenza a cinque anni per il cancro del polmone rimane circa del 15 per cento, nonostante i significativi progressi terapeutici raggiunti negli ultimi anni e attualmente non ci sono dispositivi di somministrazione personalizzati per i farmaci contro il cancro per inalazione così da migliorare questi risultati clinici”, ha detto.
“Il nostra nebulizzatore affronta questa lacuna come un basso costo e rappresenta un conveniente metodo ma efficiente di fornire oncolitici direttamente ai polmoni, e potenzialmente rivoluzionare il trattamento del cancro nell’organo respiratorio.”
Il cancro al polmone è il tumore più comune nel mondo.
Il nebulizzatore può essere utilizzato anche per una gamma di applicazioni non farmaceutiche come profumi, cosmetici e la sterilizzazione delle attrezzature e superfici.

Pubblicità
Pubblicità