Ricerca

Che carica!

Conferenza Ricordi

La platea per la Conferenza del prof. Camillo Ricordi, per la prima volta a Bologna, sulla ricerca scientifica nel diabete.

Prof Camillo Ricordi

Il Prof. Camillo Ricordi tiene la Conferenza sulla ricerca scientifica in campo a diabetico a Bologna, alla sua destra nell’immagine la Presidente del Club Rotary Bologna Nord dott.essa Marzia Capuccini e il dott. Presidente del Club Bologna Galvani dott. Claudio Zucchi

E’ vero. Non pensavo fosse possibile ma è vero: il professore Camillo Ricordi un miracolo lo ha fatto, nella storia di Bologna diabetica per la prima volta ha fatto trovare 400 diabetici e affini in una sala per una Conferenza sulla ricerca scientifica nel diabete. Ora qui non starò a riportare il contenuto di quanto ha detto perché: tra poco tempo troverete il video della conferenza nella pagina Youtube del Rotary Felsineo e poi già in questo blog molti dei report presentati sono qui pubblicati,e le novità si stanno susseguendo a ritmo incessante. Invece voglio soffermarmi sul fatto: un evento scientifico ha mosso persone da Bologna sì ma da tutta Italia, isole comprese. E per questo debbo ringraziare oltre al professore Camillo Ricordi il Rotary Club Bologna Nord e Galvani per questa importante opportunità la quale rappresenta il punto di avvio di questa realtà filantropica mondiale nel campo della lotta al diabete: il male del millennio. Dico grazie alle due associazioni di diabetici bolognesi: AGD e ADB perché hanno messo da parte ogni componente “corporativa” per far riuscire al meglio l’appuntamento, e spero sia tutto questo un nuovo inizio per la gente diabetica di Bologna e la sua diabetologia, sia a livello di assistenza che nella ricerca. Io per fare sul serio ci sono: a cominciare dall’informazione e condivisione della stessa e la promozione di vera attività di educazione sanitaria e alimentare che nel diabete è fondamentale e invece latita nei fatti. Ci sono se ci sono gli altri, da solo non sono niente. Spero che la realizzazione con successo incredibile di tale evento ci abbia insegnato qualcosa a tutti.

GRAZIE PROF. CAMILLO RICORDI: BOLOGNA TI VUOLE BENE, ALLA PROSSIMA!