Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

Il microinfusore è efficace anche con il diabete di tipo 2

Adv

microinfusore

Ignacio Conget, MD, del dipartimento di endocrinologia e nutrizione presso Il Policlinico dell’Università di Barcellona, ??in Spagna, e colleghi hanno analizzato i dati di 331 adulti affetti da un mal controllato diabete di tipo 2 (HbA1c tra l’8% e il 12%) che partecipano alla sperimentazione di OpT2mise, uno studio randomizzato a gruppi paralleli controllato per valutare l’efficacia della terapia con microinfusore contro iniezioni multiple giornaliere. Tutti i partecipanti assumevano iniezioni multiple giornaliere prima di essere assegnati in modo casuale a terapia con infusione di insulina sottocutanea continua (n = 168; 94 uomini, età media, 56 anni, HbA1c, 9%) o proseguire le iniezioni multiple giornaliere (n = 163; 86 uomini ; età media 56 anni, HbA1c, 9%) per 6 mesi. I ricercatori hanno utilizzato i dati dal monitoraggio continuo del glucosio (Medtronic sistema iPro2) raccolti nel corso di periodi di 6 giorni prima e 6 mesi dopo la randomizzazione per analizzare i cambiamenti nei profili del glucosio.

Dopo 6 mesi, la HbA1c media nel gruppo in terapia con pompa è scesa al 7,9%; rispetto ad una media dell’8,6% nel gruppo di iniezione. I partecipanti assegnati a terapia con microinfusore hanno visto una riduzione significativamente maggiore di HbA1c dopo 6 mesi rispetto a quelli che hanno continuato le iniezioni multiple giornaliere (-1,1% rispetto al -0,4%; P <.001). I partecipanti al gruppo di terapia con pompa hanno visto anche una significativa riduzione della iperglicemia nelle 24 ore grazie al controllo mediante il sensore glicemico e più tempo nella gamma del glucosio da 70 a 180 mg / dL.

I ricercatori hanno anche scoperto che i partecipanti al gruppo di terapia con pompa hannosperimentato maggiori cambiamenti nella zona di glucosio postprandiale sotto la curva dopo la prima colazione (-775,9 mg / dL / min contro -160,7 mg / dL / min) e dopo cena (-731,4 mg / dL / min vs -71,1 mg / dL / min) rispetto a quelli che hanno continuato con le iniezioni.

“È importante che, in questo studio, la riduzione dell’esposizione all’iperglicemia nel gruppo terapia con pompa non è stata associata con un aumento del tempo trascorso in ipoglicemia,” scrivono i ricercatori. “C’è stato un solo episodio di ipoglicemia durante lo studio, che si è verificato nel gruppo con iniezione giornaliera multipla.”

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: