Ricerca

Ricercatori scoprono proteina che provoca il pre-diabete

ProteinaUn grazie a Dave Rjilk  dell’Ufficio Stampa del Monsah per questa comunicazione La scoperta potrebbe aprire la strada per la prevenzione di una malattia che colpisce 1,7 milioni di australiani
Il mondo occidentale è sempre più grasso e questo ha portato allo sviluppo di una malattia relativamente nuova chiamata non alcolica steatosi epatica (NAFLD), che è presente in circa il 60 per cento degli adulti obesi. La malattia, che mette la persona a rischio molto elevato di sviluppare il diabete, è anche in aumento nei paesi asiatici in cui è stata riportata una prevalenza del 15 per cento.

Nei pazienti testati nei Paesi Bassi e a Melbourne, i ricercatori del Monash hanno scoperto una proteina, chiamata Fetuina B, che è presente in alti livelli nei pazienti con NAFLD. È importante sottolineare che la proteina ha mostrato di alterare le azioni dell’insulina, fornendo una vera spiegazione (e potenziale bersaglio terapeutico) come una delle principali cause di diabete. Settantaquattro nuovi casi di diabete sono diagnosticati ogni giorno. La ricerca è stata appena pubblicata sulla prestigiosa rivista Cell Metabolism.

I ricercatori del Biomedical Discovery Institute di Monash, guidato dal professor Matthew Watt, hanno scoperto una nuova proteina che viene rilasciata provocando il fegato grasso e pre-diabete. La scoperta di questa nuova proteina apre la strada per lo sviluppo di farmaci in grado di bloccare la produzione di questa proteina e potrebbe prevenire la malattia.

Originariamente si è scoperto nei topi inclini al diabete, che la proteina chiamata Fetuina B, ha dimostrato di essere presente in alti livelli nei pazienti con diabete di tipo 2. I pazienti processati – nei Paesi Bassi e in Melbourne – sono stati trovati con alti livelli di proteina solo se fossero anche pre-diabetici o diabetici. I volontari che sono stati testati erano obesi (ma non diabetici) e non hanno avuto alti livelli di Fetuina B.

Secondo il professor Watt, la proteina Fetuina B fornisce un collegamento chiaro e causale fra lo sviluppo di NAFLD e lo sviluppo del diabete di tipo 2. “Con lo sviluppo di un farmaco che potrebbe bloccare questa proteina, può essere possibile prevenire lo sviluppo del diabete in pazienti con fegato grasso”, ha detto.