Ricerca

Una sperimentazione clinica per la cura del diabete di tipo 1 parte dal Canada: incrociamo le dita!

landmarkclinI ricercatori al Lady Davis Institute di Montreal e Jewish Hospital Generale e McGill University Health Centre hanno annunciato l’avvio di uno studio clinico di riferimento volto a ripristinare la secrezione insulinica normale nelle persone con diabete di tipo 1 di lunga data.

Il trattamento combina INGAP Peptide (Exsulin), che stimola la crescita delle isole che secernono insulina, e ustekinumab (Stelera), un farmaco approvato per il trattamento della psoriasi. Questo è il primo studio che combina uno specifico agente per la rigenerazione dell’ isolotto e un trattamento per controllare l’attacco autoimmune degli isolotti di nuova formazione. INGAP Peptide è il risultato di una ricerca pionieristica del Dr. Lawrence Rosenberg, Professore di Chirurgia e Medicina, alla McGill University e Presidente e CEO dell’Health and Social Integrated Services University Network per  il West Center of Montreal, e il suo collaboratore il dottor Aaron I. Vinik , Direttore della Ricerca e Murray Waitzer del Diabetes Research presso la Virginia Medical School (EVMS). Il dr. Vinik e i suoi colleghi hanno identificato lo specifico INGAP Peptide dopo che Rosenberg ha dimostrato come la rigenerazione dell’isolotto può essere indotta e isolata l’attività di rigenerazione dell’isolotto. Lo studio è condotto congiuntamente da Rosenberg e dal Dr. George Tsoukas, endocrinologo e professore associato di Medicina, al  McGill University Health Centre.

Il disegno dello studio si basa su studi precedenti di INGAP solo Peptide, che hanno dimostrato un miglioramento della secrezione di insulina e  controllo del glucosio sia nei pazienti di tipo 1 che tipo 2. L’aggiunta di ustekinumab, un inibitore dell’interleuchina-12, si basa sulla ricerca del Dr. Jerry Nadler, il quale ha mostrato l’isolotto sotto l’effetto dell’INGAP peptide migliora il ripristino  con l’aggiunta di un altro IL- 12 inibitore.

Diabete: Crisi globale per la salute pubblica

Il diabete è una condizione pericolosa per la vita ed è provoca una crisi globale per la salute pubblica. Anche se meno comune rispetto al diabete di tipo 2, il diabete di tipo 1 colpisce oltre 1,5 milioni di persone in Nord America, e la sua prevalenza è in aumento. Il diabete di tipo 1 si sviluppa quando il sistema immunitario del corpo distrugge le cellule beta delle isole pancreatiche dall’interno. Le cellule beta producono insulina, l’ormone chiave e responsabile del controllo dei livelli dello zucchero nel sangue. Tutte le persone con diabete di tipo 1 richiedono terapia insulinica per sopravvivere. Le persone con diabete di tipo 2 hanno una resistenza all’insulina e secrezione di insulina insufficiente, che spesso può richiedere la terapia insulinica come la malattia progredisce. Il diabete mal controllato può portare a gravi complicazioni, tra cui malattie cardiache, cecità, insufficienza renale e morte. Mentre molte terapie sono stati approvate e rese operative per il diabete di tipo 2, nessun trattamento è stato approvato specificamente per il diabete di tipo 1. I maggiori rischi di grave ipoglicemia e complicazioni a lungo termine associati al diabete di tipo 1, che spesso inizia nell’infanzia, si riflettono in uno dei più alti bisogni insoddisfatti per una terapia efficace tra tutte le malattie croniche.

“Sono molto soddisfatto che il mio istituto ospita questo importante studio,” ha detto il dottor Rosenberg. “I miei colleghi ed io abbiamo investito le nostre carriere nel dimostrare le potenzialità e gli strumenti di ripristino normale della secrezione di insulina nelle persone con diabete. Anche se il nostro studio è piccolo, sappiamo che il ritorno di una significativa secrezione di insulina in una sola persona con questa combinazione potrebbe rappresentare una grande scoperta “. “Mi sento privilegiato di essere parte di questo programma unico”, ha detto il dottor Tsoukas. Così molti dei miei pazienti vorrebbero partecipare a questo studio. Mi auguro che questo tipo di trattamento sarà disponibile per tutti i miei pazienti nel prossimo futuro.”

Studio Landmark

“Questo studio è veramente un punto di riferimento”, ha detto G. Alexander Fleming, MD, fondatore e presidente dell’Exsulin Corporation. “La maggior parte degli sforzi per lo  sviluppo di trattamenti per il diabete di tipo 1 si sono concentrati sul controllo della attacco autoimmune, che di per sé non è in grado di ripristinare la secrezione di insulina. Alcune terapie sono stati testati sugli esseri umani per l’attività di rigenerazione dell’isolotto, ma solo INGAP peptide è stato specificatamente sviluppato e testato in pazienti per questo scopo. E ‘chiaro che entrambi i tipi di trattamento dovranno curare il diabete di tipo 1 “.

“Abbiamo lavorato per decenni per sostenere lo sviluppo di farmaci, prodotti biologici e dispositivi medici per la gestione e controllo del glucosio delle persone con diabete, e sono tutti elementi importanti”, ha detto Lisa Jansa, fondatore e CEO di Exsulin Corporation. “Ma noi crediamo che una terapia come INGAP Peptide di rigenerazione in combinazione con una terapia di protezione dell’isolotto  porterà a trattamenti definitivi o cure per il diabete di tipo 1.”

Lo studio è stato condotto dalle diverse istituzioni nell’ambito del McGill University, che portano una lunga tradizione nella ricerca e trattamento del diabete. Exsulin Corporation sta fornendo il farmaco peptide e un sostegno finanziario e scientifico.

Fornito da McGill University

3 risposte »

    • Si tratta della rivisitazione aggiornata di un trial su tre fasi svolto circa 8 anni fa senza successo, che persegue l’obiettivo della remissione tramite un processo di “immunoterapia”. Per chiedere approfondimenti e ulteriori elementi circa il trial nel link a margine del post c’è il contatto diretto via email e anche telefono cellulare con il capo dei ricercatori di cui sopra.