Complicanze varie/eventuali

Un altro aspetto negativo per il diabete: la perdita dei denti

rx arcataLe cure dentistiche sono spesso trascurate, il che porta a peggiorare la salute generale, uno studio appena rilasciato lo indica con chiarezza. Il pedaggio fisico associato con diabete di tipo 2 include la perdita dei denti, secondo la ricerca. Il rischio di problemi alla vista e amputazioni per le persone con diabete è ben noto da sempre. Ora, la ricerca mostra come i diabetici perdono il doppio dei denti, in media, rispetto alla popolazione senza la malattia.

“Abbiamo più prove del fatto che una carente  salute orale è legata al diabete”, ha detto il ricercatore Bei Wu, professore di infermieristica e salute pubblica presso la Duke University di Durham, Carolina del Nord

La malattia gengivale è una complicanza comune del diabete. Circa la metà degli adulti statunitensi hanno malattie gengivali, e la sua prevalenza è ancora più alta tra i diabetici, ha detto Wu.

“La conseguenza ultima della malattia gengivale è la perdita dei denti”, ha aggiunto.

Perché il diabete è legato alla perdita dei denti non è ancora chiaro, ha detto Wu. Ciò che è evidente sta nella relazione bidirezionale, gli autori dello studio ci spiegano. Da un lato, il diabete aumenta le probabilità di cattiva salute dentale, mentre il deterioramento di denti e gengive sono collegate a un peggior stato di salute in generale nelle persone con diabete.

L’American Diabetes Association raccomanda ai medici che hanno in carico i loro pazienti diabetici di fare almeno un controllo annuale dal dentista, ha detto Wu. “In realtà, molti pochi medici lo stanno facendo”, aggiunge.

I pazienti diabetici normalmente vanno dagli oculisti, dal momento che il diabete è una delle principali cause di perdita della vista. Oppure si fanno esaminare i piedi, perché l’amputazione derivante da una cattiva circolazione e danni al sistema nervoso è una grave complicanza del diabete.

“La cura dei piedi e degli occhi sono ai primi punti del loro ordine del giorno, ma la cura dentale non lo è”, ha detto Wu. “I diabetici devono avere regolari cure dentistiche.”

La relazione è stata pubblicata nel numero di dicembre della rivista Preventing Chronic Disease.

Dr. Edmond Hewlett, un portavoce della American Dental Association, ha accolto con favore i risultati. “Questo studio fa luce su due temi importanti e attuali per la salute: la connessione tra salute dentale e salute generale, e le disparità.”

Visite dentistiche regolari e una buona assistenza domiciliare dei denti e gengive sono importanti per la gestione del diabete, ha aggiunto Hewlett, che è anche professore nella Scuola di Odontoiatria alla University of California, Los Angeles,.

I tassi di diabete, che costantemente aumentato negli Stati Uniti dal 1990, hanno finalmente mostrato segni di rallentamento. Questa settimana, i Centri statunitensi per il controllo e prevenzione delle malattie hanno riferito di 1,4 milioni di nuovi casi nel 2014, rispetto ai 1,7 milioni del 2009. In totale, più di 22 milioni di persone vivono con il diabete negli Stati Uniti, la maggior parte con tipo 2.

Per valutare le tendenze nella perdita dei denti, Wu e colleghi hanno raccolto dati su più di 37.000 persone che hanno preso parte al National Health and Nutrition Examination Survey dal 1971 fino al 2012.

Anche se la perdita dei denti è diminuita nel corso degli 40 anni dello studio, è rimasta più comune tra le persone con diabete, ha detto Wu.

Mediante l’utilizzo di ulteriori analisi, i ricercatori hanno scoperto che nel periodo 1999-2000, ad esempio, che il 34% dei diabetici aveva 21 denti in meno rispetto a coloro senza la malattia. Uno studio precedente riferiva che gli adulti con diabete avevano meno probabilità vedere un dentista negli ultimi 12 mesi, rispetto a quelli senza diabete, Wu e colleghi affermano.