Ricerca

Sempre più bambini statunitensi hanno il diabete di tipo 1, ma i ricercatori non sanno il perché

Pubblicità

KidSempre più bambini statunitensi hanno il diabete di tipo 1, ma i ricercatori non sanno il  perché. E lo studio rileva lo sviluppo di problemi renali a causa della loro malattia.

Il numero di bambini americani che vivono con il diabete di tipo 1 è aumentato di quasi il 60 per cento dal 2002, e gli esperti non sono sicuro del perché.

Pubblicità

Utilizzando un database nazionale, i ricercatori hanno scoperto che la prevalenza del diabete di tipo 1 si è attestata a poco meno di 1,5 casi ogni 1.000 bambini e adolescenti nel 2002. E nel 2013, questa cifra era salita al 2,3 su 1.000.

Lo studio, pubblicato online il 17 dicembre sulla rivista Diabetes Care, aggiunge ulteriori circa la sconcertante escalation globale del diabete di tipo 1.

A differenza del diabete di tipo 2 malattia comune dell’età adulta il tipo 1 non ha nulla a che fare con l’obesità. È una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario attacca erroneamente le cellule che producono insulina, un ormone il quale regola lo zucchero nel sangue.

La malattia è di solito diagnosticata durante l’infanzia.

Le persone con diabete di tipo 1 devono fare più iniezioni di insulina al giorno, o avere un microinfusore impiantato, per sopravvivere.

E ‘una malattia difficile da gestire, e porta complicanze a lungo termine come danni ai nervi, insufficienza renale e malattie cardiache, ha detto il dottor Steven Griffen, vice presidente dello sviluppo traslazionale per la JDRF organizzazione senza fini di lucro che sostiene la ricerca sul diabete di tipo 1.

Il fatto che il tipo 1 è sempre più comune significa come deve essere sempre più importante capire le le sue cause, ha detto.

Griffen, non è coinvolto nel nuovo studio, ha detto che la crescente prevalenza tra i bambini è preoccupante, ma non sorprendente. “Stiamo vedendo questa tendenza a livello globale. Gli studi condotti in altri paesi hanno avuto risultati simili”, ha detto.

“Per quanto riguarda la questione del perché,” Griffen ha aggiunto, “non abbiamo una risposta.”

Ci sono teorie, ha detto, e i ricercatori stanno cercando le prove.

Una teoria, secondo Griffen, incentrata sul “microbioma” – la vasta collezione di batteri che normalmente abita nel sistema digestivo. Alcune ricerche hanno suggerito che una mancanza di diversità nei batteri dell’intestino può innescare il diabete di tipo 1 nei bambini con una predisposizione genetica.

Si ritiene che alcuni simboli della modernità come l’uso improprio di antibiotici, prodotti alimentari trasformati e anche il controllo delle nascite -possano determinare la diversità dei microbiomi intestinali.

I ricercatori stanno anche studiando altre possibili spiegazioni, Griffen ha detto, come se certe infezioni virali possono scatenare la risposta immunitaria anomala che causa il diabete di tipo 1.

Ma per ora, le ragioni della crescente prevalenza rimangono poco chiari, concorda Susan Jick, uno dei ricercatori che hanno lavorato all’ultimo studio.

Il suo team è rilevato un trend positivo per quando riguarda il diabete di tipo 2: dopo un aumento iniziale, il numero di bambini con la malattia è diminuito durante l’ultima parte del periodo di studio.

Nel 2006, la prevalenza del diabete di tipo 2 è stato di 0,56 casi ogni 1.000 bambini di età inferiore ai 18 anni, mentre nel 2013, i risultati fanno vedere una discesa al a 0,49 per 1.000.

Questa è una buona notizia, ha detto Jick, professore di epidemiologia presso la Boston University School of Public Health. “Speriamo che continuino a scendere”, ha aggiunto.

Il declino nel diabete di tipo 2 è più facilmente spiegabile, secondo i ricercatori. Durante il periodo di studio, il tasso di obesità tra i bambini in età prescolare negli USA è sceso, il che può in parte spiegare il balzo di crescita del diabete in anni più recenti.

La squadra di Jick basa i risultati sul database dei crediti delle assicurazioni sanitarie con le informazioni su circa 30 milioni di americani. Tra il 2002 e il 2013, più di 96.000 bambini con età inferiore ai 18 anni è stato diagnosticato il diabete sia di tipo 1 o di tipo 2.

In quegli anni, il numero di bambini con diabete di tipo 1 è aumentato del 57 per cento.

Sono stati riscontrat anche circa 3.200 bambini con diagnosi di danno renale correlato al diabete tipo 1. E come il diabete di tipo 1, la prevalenza è cresciuta nel corso del tempo, Jick detto.

Nel 2002, poco più dell’1 per cento dei bambini con diabete aveva un certo grado di disfunzione renale; al 2013, oltre il 3 per cento ne sono stati colpiti, i ricercatori hanno riscontrato.

Griffen dice che l’aumento del rilevamento suggerisce un miglior controllo per la disfunzione renale a partire dalla semplice glicosuria, pratica oggi caduta nel dimenticatoio. L’importanza di monitorare la funzione renale nei pazienti con diabete va estesa anche ai bambini.

Secondo l’American Diabetes Association, alcuni segnali premonitori di diabete di tipo 1 sono una inspiegabile perdita di peso, la sete eccessiva, la minzione frequente e l’estrema stanchezza.