Prodotti

Cibo funzionale con un buon sapore?

Adv
Sin dal 2004, Emulsar si sta guadagnando un posto nel mercato degli alimenti a emulsione con una tecnologia che è gustosa e riduce il bisogno di additivi. Grazie al sostegno dell’UE nell’ambito di Orizzonte 2020, l’azienda adesso spera di inserirsi nel mercato degli alimenti a fini medici a vantaggio dei pazienti affetti da obesità, diabete, cancro, Alzheimer o malnutrizione.
Cibo funzionale con un buon sapore

 

I “supplementi nutrizionali orali” (ONS) sono una delle armi principali nella lotta alla malnutrizione associata alle malattie – un problema che rappresenta un fardello finanziario di 120 – 170 miliardi di euro per l’UE. Tra i malati di diabete, per esempio, il 50 % assume questo tipo di supplementi, anche se spesso non ne sono soddisfatti. Una delle più grandi sfide degli alimenti funzionali è il sapore e se si riuscisse a risolvere questo problema si potrebbe aumentare drasticamente la conformità alla cura.

Creato nel 2004, Emulsar ha sviluppato e brevettato una tecnologia di emulsione intelligente chiamata SENT©, che consente una migliore protezione, stabilità e rilascio controllato di sostanze attive senza compromettere il gusto o usare troppi additivi. SENT© è industrializzato dal 2012 e adesso ha ispirato un nuovo concetto di ONS ad alto contenuto di proteine che risolve il problema del gusto aumentando allo stesso tempo l’efficienza.

Frédéric Arnaud, co-fondatore dell’azienda, ci parla in dettaglio dei progetti dell’azienda per il futuro e dei risultati del progetto, recentemente completato, GWAFH (“Give the world appetite for health”), finanziato nell’ambito della fase 1 dello Strumento PMI di H2020.

Può parlarci della vostra tecnologia di emulsione? Cosa le fa pensare che abbia così tanto potenziale?

SENT© di Emulsar si basa su un nuovo paradigma tecnologico e manifatturiero per la produzione di emulsioni, basato sull’emulsificazione di membrane nano-porose. Questo processo offre vantaggi unici rispetto alle attuali tecnologie di emulsione: le gocce prodotte sono 10 volte più sottili, le dimensioni delle gocce sono più controllate e presentano una maggiore omogeneità. Grazie a stress termici e meccanici più bassi inoltre, sono necessari meno additivi per produrre emulsioni stabili.

La richiesta di mercato di alimenti con meno additivi sta infatti crescendo, ma allo stesso tempo i consumatori si rifiutano di fare compromessi sul gusto. In che modo soddisfate tali esigenze?

Il gusto non molto gradevole è una delle principali critiche mosse agli alimenti funzionali e indubbiamente la ragione dello scarso consumo e della mancata osservanza delle prescrizioni di assunzione.

La tecnologia di SENT© ci ha già permesso di portare sul mercato il Light Oil© – per condimenti, salse, spalmabili, burro e margarina con un sapore migliore e un basso contenuto di grassi. Le gocce d’acqua vengono finemente disperse e concentrate nell’olio, il che significa che sono letteralmente nascoste dentro l’olio e non si destabilizzano nella bocca (rimanendo così impercettibili). Quando si usa il Light Oil© di Emulsar per condimenti a basso contenuto di grassi, per esempio, questi hanno lo stesso gusto dei condimenti con un normale contenuto di grassi, senza che sia individuabile il sapore degli addensanti.

Cosa avete imparato dallo studio di fattibilità finanziato dall’UE sul potenziale di mercato del vostro processo di produzione?

La fase 1 del nostro lavoro ha identificato un settore specifico del mercato degli alimenti funzionali nel quale SENT© può avere effetti importanti: gli alimenti a fini medici e in particolare gli ONS.

Questi cibi formulati sono progettati per colmare le deficienze alimentari dei pazienti durante la malattia, ma il sapore sgradevole e le porzioni abbondanti necessarie in ogni pasto causano livelli molto bassi di conformità alla dieta, limitando in modo drammatico l’efficacia degli ONS. Attualmente il mercato ha a disposizione solo tecniche che rendono difficile l’aggiunta di altre proteine senza rendere il risultato immangiabile (la consistenza diventa troppo densa e le proteine hanno un gusto sgradevole).

Nella fase 1 abbiamo scoperto che la nostra tecnologia che applica l’emulsione dell’acqua nell’olio potrebbe essere adattata con successo per aumentare significativamente la densità di proteine (riducendo così il volume di almeno la metà) e mascherando il sapore e la consistenza sgradevoli delle proteine. L’obiettivo del nostro progetto è portare sul mercato un ingrediente di disturbo delle proteine – Protein Plus© – per i produttori di ONS, che colma questa lacuna tecnologica.

Quali potrebbero essere i benefici dei vostri prodotti per chi soffre di diabete? Avete prove scientifiche di tali benefici?

Le attuali raccomandazioni di cura per il diabete si basano su un cambiamento di stile di vita e una terapia farmacologica incrementale. Queste però possono essere inefficaci quando il diabete è associato alla malnutrizione, un problema molto presente tra i malati di diabete.

Per evitare questo, ai malati di diabete vengono prescritti “alimenti a fini medici” o ONS, che hanno dimostrato di ridurre il tasso di mortalità, ridurre i giorni di ricovero e limitare i nuovi ricoveri. Al contrario però di altri tipi di ONS, questo contiene zucchero per mascherare il gusto della proteina e quindi ne può contenere di più –i produttori di ONS per diabetici devono sostituire lo zucchero con i dolcificanti. Il gusto delle proteine è più presente ed è necessario ridurne le quantità per fare in modo che il prodotto continui a essere mangiabile. Non solo quindi non si osserva la dieta a causa del sapore, questi ONS sono anche meno efficienti.

La nostra tecnologia concentrerà queste proteine mascherando allo stesso tempo il loro gusto sgradevole. Abbiamo già dimostrato, su scala di laboratorio, che applicando SENT© alle proteine si ottiene un ingrediente ad alta densità di proteine che rende possibile ridurre gli attuali volumi di ONS della metà mantenendo allo stesso tempo lo stesso contenuto di proteine e mascherando il suo sapore e la sua consistenza sgradevoli. Alla fine del 2016 cominceremo uno studio clinico per raccogliere prove scientifiche dei benefici del nostro approccio.

Avete già identificato potenziali clienti, specificamente oltremare?

Il mercato degli ONS è dominato da aziende europee e americane: Nutricia (Danone), Nestlé Clinical Nutrition, Fresenius Kabi e Abbott Nutrition e grazie ai colloqui fatti nella fase 1, la maggior parte di queste aziende hanno già chiesto di incontrarci.

Può parlarci della strategia in programma per i prossimi mesi e anni?

Per Emulsar, la prospettiva di passare da applicazioni gradevoli (prodotti pronti) ad applicazioni indispensabili (ONS) è un’enorme opportunità di mercato, crea un valore commerciale e favorisce la crescita. Adesso passiamo da un settore low-tech a uno high-tech, da un mercato maturo e saturo a uno in rapida crescita e inoltre da un mercato frammentato a uno dominato da un piccolo numero di grandi aziende. Lavorando con queste aziende possiamo vedere il nostro ingrediente rapidamente impiegato su un’enorme base di mercato che copre diversi paesi.

Oltre agli ONS, il nostro fine generale è rivolgerci al più ampio mercato degli alimenti funzionali (alimenti che hanno benefici per la salute) e il mercato di massa dei prodotti alimentari generali. Questo sarà reso possibile dal fatto che siamo stati in grado di dimostrare il valore aggiunto della nostra tecnologia nel mercato più severo dal punto di vista scientifico e tecnologico, suscitando così l’interesse di importanti esponenti dell’industria elementare

Avete richiesto finanziamenti per la fase 2? Se sì, quali risultati cercherete di raggiungere con questo ulteriore sostegno dell’UE?

Abbiamo completato la domanda per la fase 2 a settembre e adesso teniamo le dita incrociate. Questi fondi europei ci permetteranno di massimizzare le potenzialità del nostro ingrediente Protein Plus©, verificare il processo industriale, determinare una prova clinica di una migliore osservanza agli ONS e prepararci per il nostro lancio sul mercato.

GWAFH
Finanziato nell’ambito di: H2020-SME Instrument.
Sito web del progetto GWAFH

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: