Mangiare e bere

Invito a pranzo

Adv

Conto alla rovescia innescato? Sì. E allora che la preparazione natalizia abbia inizio. Il Mio Diabete propone come regalo un piccolo e salubre menù per il pasto di Natale, di facile preparazione senza perdere il gusto delle portate e sintesi trascorrere in compagnia ogni istante della festa: auguri!

Barchette di frutta e verdura allo yogurt
Print
Tipo ricetta: Antipasti
Tipo cucina: Italiana
Autore:
Tempo preparazione:
Tempo totale:
Porzione: 4
Un’insalata vivace che appaga vista e palato. Le barchette di frutta e verdura allo yogurt su foglie di cicoria sono un’ottima combinazione di ingredienti leggeri e nutrienti, che uniscono alla croccantezza delle carote e dei ravanelli il sapore morbido e vellutato delle pere e dello yogurt. Ideali anche come apertura del pasto.
Ingredienti
  • • 4 carote
  • • 2 pere Williams
  • • 4 foglie di cicoria Milano
  • • 4 ravanelli
  • • ⅚ gherigli di noce
  • • 4 cucchiai di yogurt bianco
  • • ½ cucchiaino di senape
  • • ½ cucchiaino di maionese
  • • 1 pizzico di sale
Preparazione
  1. Versate lo yogurt in una ciotola insieme alla maionese, alla senape e un pizzico di sale. Mantecate fino a ottenere un composto omogeneo. Lasciate riposare in frigo.
  2. Lavate le carote e, dopo averle raschiate e spuntate, grattugiatele a pezzetti di media grandezza (usate i fori larghi della grattugia o più semplicemente un pelapatate per dare la forma a scaglie).
  3. Mondate e tagliate i ravanelli a rondelle sottili. Lavate e asciugate le pere, privatele del torsolo (potete anche lasciare la buccia, fonte di fibre) e affettatele a lamelle.
  4. Selezionate 4 foglie di cicoria milano, preferendo quelle interne dal gusto più delicato (visto che faranno da barchetta, optate per la forma migliore!), lavatele e asciugatele per bene.
  5. Su un vassoio adagiate le 4 foglie di cicoria e disponete su ciascuna le scaglie di carota, le rondelle di ravanelli e le lamelle di pera. Guarnite il contenuto di ogni barchetta con la salsa allo yogurt. A questo punto le barchette di cicoria sono quasi pronte, non rimane che il tocco finale: disseminate su ogni composizione i gherigli di noce, fonte di omega 3 e vitamina E dalla funzione antiossidante.
  6. Per evitare che le pere si anneriscano una volta tagliate, potete bagnarle leggermente con del succo di limone. In genere nella preparazione della salsa allo yogurt viene aggiunto un pizzico di erba cipollina tritata, che qui abbiamo omesso per non entrare in contrasto con il gusto delicato e dolce delle pere. Ma ciascun palato, si sa, ha le sue preferenze, per cui, fate voi.
  7. Durante la preparazione della salsa allo yogurt, potete aggiungere anche qualche goccia di limone e un po’ di scorza grattugiata, oppure un cucchiaino di aceto balsamico. Per quanto riguarda la scelta della frutta, potete optare anche per le mele. Mentre, se non siete proprio fan dei ravanelli, usate altre verdure: ideale sarebbe il radicchio.
Dose per persone: 100 grammi Calorie: 256 Grassi: 15 Carboidrati: 20 Fibre: 4 Proteine: 10

Pasta con le seppie
Print
Tipo ricetta: Primi asciutti
Tipo cucina: Italiana
Autore:
Tempo preparazione:
Tempo cottura:
Tempo totale:
Porzione: 4
La pasta con le seppie è una ricetta tipicamente mediterranea, particolarmente amata in Sicilia e in Calabria. Di facile preparazione è un’idea per un primo piatto in una cena con molti ospiti.
Ingredienti
  • • 400 gr. di Pasta
  • • 500 gr. di Seppie
  • • 500 gr. di Pomodori
  • • 1 Cipolla
  • • Pecorino grattugiato
  • • 1 ciuffetto di Prezzemolo
  • • 1 spicchio d'Aglio
  • • Sale
  • • Pepe
  • • Olio extravergine d'oliva
Preparazione
  1. Pulite le seppie e separate le sacche dai tentacoli, tenete da parte il liquido nero. Tritate l’aglio privato dell’anima col prezzemolo e la cipolla. Fate riscaldare in un tegame capiente l’olio d’oliva e soffriggete il trio aromatico. Aggiungete i tentacoli e le sacche tagliate a listarelle, mescolate e abbassate il fuoco. Unite i pomodori, il sale e il pepe. Fate cuocere a fuoco lento per circa 30 minuti.
  2. Lessate la pasta in abbondante acqua salate e scolatela al dente. Versatela nel tegame, irrorate con il nero di seppia, alzate il fuoco e mantecate per qualche minuto. Servite cosparso di pecorino.
  3. Per questa ricetta scegliete una pasta lunga tipo spaghetti o vermicelli.
  4. Dovendo mantecare la pasta per qualche minuto, prestate attenzione a scolarla bene al dente.
  5. Se durante la cottura il sugo di seppie dovesse asciugarsi potete irrorarlo con mezzo bicchiere di vino bianco secco. Potete arricchire la pasta con le seppie aggiungendo al sugo alcuni piselli primavera.
Dose per persone: 100 grammi Calorie: 300 Grassi: 15 Carboidrati: 65 Fibre: 3 Proteine: 18

Lonza di Natale
Print
Tipo ricetta: Carni e Uova
Tipo cucina: Italiana
Autore:
Tempo preparazione:
Tempo cottura:
Tempo totale:
Porzione: 4
Eccoci arrivati al secondo! Abbiamo scelto per voi la carne, più precisamente la lonza di maiale. Essendo magra e tenera, non occorrono preparazioni elaborate. Con questa ricetta risparmierete così tempo ma conquisterete palati!
Ingredienti
  • • 650 gr. di lonza di maiale a fette
  • • 100 gr. di ribes
  • • 150 ml. di vino bianco
  • • 1 carota
  • • 1 gambo di sedano
  • • ½ cipolla
  • • Trito di erbette aromatiche q.b.
  • • Scorza di 1 limone
  • • Farina tipo 00 q.b.
  • • 1 noce di burro
  • • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • • Sale q.b.
Preparazione
  1. Mondate sedano, carota e cipolla e fatene un trito sottile. Mettete una padella sul fuoco e fate scaldare un cucchiaio d’olio e una noce di burro. Aggiungete il trito di carote, cipolla e sedano e fate rosolare dolcemente per 1 minuto.
  2. Ora infarinate leggermente le fettine di lonza e passatele in padella assieme al soffritto, facendole rosolare su entrambi i lati. Non appena saranno dorate, versate il vino bianco, salate e lasciate evaporare. Proseguite la cottura per 1 minuto.
  3. Quasi a fine cottura aggiungete il trito di erbette aromatiche, il ribes e la scorza grattugiata del limone.
  4. Servite la vostra lonza di Natale ben calda, accompagnandola con una delicata vellutata di carote.
  5. Le fettine di lonza non devono essere eccessivamente sottili se volete esaltarne la “tenerezza”. Inoltre, è sempre utile avere a portata di mano un po’ di brodo vegetale caldo per allungare un po’ il sughetto se necessario.
  6. Ampia libertà nella scelta delle erbette aromatiche: noi vi consigliamo vivamente rosmarino, timo e un pizzico di noce moscata.
  7. In alternativa alla lonza potete usare delle fette di coscia di maiale con la cotenna, da cuocere a fiamma viva per un paio di minuti in più.
Dose per persone: 100 grammi Calorie: 145 Grassi: 33 Carboidrati: 10 Fibre: 2 Proteine: 25

Lonza di Natale

Pasta con le seppie

Barchette

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: