Donne e diabete

Le donne con problemi di sonno hanno di gran lunga più probabilità di sviluppare il diabete tipo 2

Adv
sonno

Una nuova ricerca pubblicata su  Diabetologia (giornale della Associazione Europea per lo Studio del Diabete) mostra che nelle donne con problemi di sonno sono associate ad un aumentato rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, con crescita del rischio del 47% rispetto ad altri elementi  combinati. Lo studio è del dottor Li Yanping, Harvard TH Chan School of Public Health, Boston, MA, Stati Uniti d’America, e colleghi.

I ricercatori hanno analizzato i dati di 133,353 donne senza diabete, malattie cardiovascolari e il cancro al basale in due importanti studi epidemiologici: il Nurses ‘Health Study (NHS, 2000-2010) e il NHSII (2001-2011). I disturbi del sonno valutati concernevano: avere difficoltà ad addormentarsi o a mantenerlo ‘tutto il tempo’ o ‘la maggior parte del tempo’ al basale (2000 in NHS e nel 2001 in NHSII).
Un totale di 6.407 casi hanno sviluppato il diabete di tipo 2 nel corso di 10 anni di follow-up. Dopo l’aggiustamento per i fattori di stile di vita al basale, confrontando donne con e senza difficoltà (uno dei disturbi del sonno studiati) a dormire, il maggior rischio per il diabete di tipo 2 era del 45%, che dopo una nuova regolazione per l’ipertensione, la depressione e BMI basato cambiato al 22% sulle misurazioni ripetute aggiornate. Le donne che hanno riferito di due o più disturbi del sonno (difficoltà a dormire, russare frequentemente, la durata del sonno di meno di 6 ore e apnea in NHS o lavoro a rotazione per turni in NHSII) avevano un rischio crescente di sviluppare il diabete di tipo 2. Rispetto alle donne senza nessuna di queste condizioni di sonno, le femmine che hanno riferito di avere una delle quattro condizioni di sonno hanno avuto un aumento del rischio del 47% di sviluppare il diabete di tipo 2, la presenza di due due condizioni portavano al doppio di rischio nello sviluppare il diabete di tipo 2, mentre per tre condizioni era e di tre volte il rischio, e via in crescendo.
Quando si cerca solo la popolazione relativamente sana senza l’obesità, l’ipertensione o la depressione al basale (n = 82.903, il 62% del campione), l’aumento del rischio di diabete di tipo 2  fino a 10 anni di follow-up è stata del 44%, a confronto di donne con e senza difficoltà a dormire dopo aggiustamento per i fattori dello stile di vita, lo stato socio-economico e BMI basale, ridotto al 33% dopo ulteriore aggiustamento per ipertensione, depressione e aggiornato di BMI.
Gli autori dicono: “la difficoltà a dormire era già significativamente associata con diabete di tipo 2 Questo è stata in parte spiegato con associazioni a ipertensione, BMI e sintomi della depressione, e particolarmente forte quando combinato con altri disturbi del sonno I nostri risultati sottolineano l’importanza di buoni modelli di sonno.. e avere abbastanza sonno per prevenire il diabete di tipo 2 … I risultati forniscono prove per i medici clinici e ricercatori di sanità pubblica nell’adottare processi futuri nella prevenzione del diabete in una popolazione ad alto rischio con più disturbi del sonno. “

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: