Ricerca

il fumo di terza mano legato al diabete di tipo 2

Manuela Martins-Green, professore di biologia cellulare e neuroscienze alla UC Riverside, è vista qui nel suo laboratorio. Alla sua sinistra l'apparecchiatura utilizzata negli esperimenti sul fumo di terza mano, con una fila di sigarette sull’estrema destra della foto. Credit: I. Pittalwala, UC Riverside.

Manuela Martins-Green, professore di biologia cellulare e neuroscienze alla UC Riverside, è vista qui nel suo laboratorio. Alla sua sinistra l’apparecchiatura utilizzata negli esperimenti sul fumo di terza mano, con una fila di sigarette sull’estrema destra della foto. Credit: I. Pittalwala, UC Riverside.

Il fumo di terza mano (THS) si ottiene quando esalato attecchisce su superfici – abiti, capelli, case e automobili. Il THS è stato dimostrato, nei topi, danneggia il fegato e polmoni, complica la guarigione delle ferite e causa iperattività. Si aggiungere a questa lista ora diabete di tipo 2, la forma più comune della malattia.

La ricerca pubblicata oggi su PLoS ONE da un team guidato dagli scienziati della Riverside University of California, nei topi, evidenzia che l’esposizione al THS provoca resistenza all’insulina, un precursore del diabete di tipo 2.

“Se confermato negli esseri umani, il nostro studio potrebbe essere di grande impatto su come la gente vede l’esposizione alle tossine di tabacco di origine ambientale”, ha detto Manuela Martins-Green, professore di biologia cellulare e neuroscienze alla UC Riverside e autore principale dello studio. “I bambini e gli anziani sono particolarmente vulnerabili al THS e suo impatto sulla salute. Poiché i bambini spesso strisciano su tappeti e oggetti tattili esposti al fumo esalato, sono ad alto rischio di esposizione THS. Gli anziani sono ad alto rischio, semplicemente perché gli organi sono più suscettibili alle malattie. ”

Martins-Green ha spiegato che il THS si compone di tossine da fumo di tabacco che indugiano sulle superfici e in polvere del tabacco che resta in circolo dopo che è stato fumato.

“Ciò include le tossine che diventano sempre più tossiche con l’età e sono rimesse in aria o di reagiscono con altre sostanze chimiche per l’ambiente nella produzione di nuovi inquinanti”, ha detto. “Alcuni di questi inquinanti sono cancerogeni.”

Il suo team di ricerca ha scoperto che lo stress ossidativo cellulare (derivante dall’azione delle specie reattive dell’ossigeno) aumenta nei topi esposti a THS, le proteine dannose sui grassi e il DNA, e che porta  all’iperglicemia (glucosio in eccesso nel sangue) e insulinemia (eccesso di insulina nel sangue ) – una condizione chiamata anche insulino-resistenza. Quando i topi esposti al THS nel suo laboratorio sono stati trattati con antiossidanti, stress ossidativo, il danno molecolare e la resistenza all’insulina invertiti, hanno confermato aumento dell’esposizione al THS e stress ossidativo.

“Dr. Martins-Green ha un unico modello animale per l’esposizione umana a THS, specialmente nei bambini piccoli. Questo studio meccanicistico ci dà ulteriori prove circa la connessione tra l’esposizione a THS e la salute umana”, ha detto Anwer Mujeeb, Responsabile di scienze biomediche e ambientali il  programma ufficiale di Ricerca sulle malattie legate al tabacco (TRDRP), che ha finanziato lo studio.

Il pancreas produce insulina nel corpo. Questo ormone consente alle cellule si trasformare lo zucchero – o glucosio – dal cibo che mangiamo in energia. Per utilizzare il glucosio nel sangue, il pancreas rilascia più insulina con ogni pasto che mangiamo. Nel diabete di tipo 1, il pancreas non ha più insulina. Ai pazienti viene quindi data insulina per aumentarne i livelli nel corpo. Nel diabete di tipo 2, il pancreas produce insulina, ma le cellule non sono in grado di rispondere ad essa.

“Nel diabete di tipo 2, il glucosio non entra cellule e aumentano i livelli di insulina, risultanti da un pancreas sovraccaricato, che non fa nulla per facilitare l’ingresso del glucosio nelle cellule per la produzione di energia”, ha detto Martins-Green. “Questo è quello che abbiamo visto nel 49 per cento dei topi che abbiamo esposto a THS in laboratorio.”

Negli Stati Uniti, circa 88 milioni di fumatori, vivono in case dove sono esposti a THS, così come al fumo passivo (fumo espirato dal fumatore). Come risultato di questa esposizione bambini hanno significativi livelli ematici di sostanze cancerogene che risultano quando la nicotina depositata sulle superfici reagisce con l’ossido di azoto nell’ambiente. Il THS rimane in case, appartamenti e camere d’albergo, anche dopo l’uscita dei.

“Per liberare la casa dal THS, si deve metterla nudo – mobili, elettrodomestici, vernici, i vestiti, i condotti, la ventilazione – possono avere THS”, ha detto Martins-Green. “Sarebbe più efficace farlo in modo semplice. Sì, ci sono addetti alle pulizie ad esempio, ma significherebbe esporre l’ambiente ad altre sostanze chimiche forti.”

Poco si sa circa le specifiche implicazioni per la salute dell’esposizione umana al THS. L’attuale studio, e gli studi simili che utilizzano modelli animali, potrebbero contribuire a determinare i rischi per la salute umana e lo sviluppo di politiche che portino a una riduzione sia dell’esposizione a THS e che alla malattia.

Per fare i loro esperimenti, Martins-Green e il suo team hanno prima esposto le gabbie (utilizzate per ospitare il topo) al fumo passivo utilizzando una macchina esalatrice di fumo. Questo fumo è atterrato e accumulato sui materiali (che si trovano comunemente nelle case) nelle gabbie, e trasformato in THS. I topi sono stati quindi introdotti nelle gabbie. Un gruppo di controllo non è stato esposto ad alcun THS. I topi THS-esposti erano alimentati con una dieta a carboidrati standard.

I topi esposti a THS alimentati con la dieta occidentale hanno mostrato un aumento dello stress ossidativo, e sviluppato più grave resistenza all’insulina, e guadagnato meno peso rispetto al gruppo di controllo, forse si spiega perché gli esseri umani esposti al fumo passivo in prima persona perdono peso. Mentre la nicotina diminuisce l’appetito modificando il cervello e alcuni livelli di ormone, si traduce anche in un aumento dello stress ossidativo.

“I nostri risultati hanno implicazioni dirette per gli esseri umani perché le tossine del tabacco sono spesso presenti in habitat umani”, ha detto Martins-Green. “Ci auguriamo che il nostro studio saprà influenzare le politiche pubbliche verso il controllo all’esposizione dei non fumatori – in particolare i neonati, i bambini e gli anziani -. Alle tossine THS”

Causato da una combinazione di stile di vita e fattori genetici, il diabete di tipo 2 è di solito una malattia cronica. I sintomi includono minzione frequente, aumento della sete e fame, e la perdita di peso. Le complicanze a lungo termine (a causa di glicemia alta) includono malattie cardiache, ictus, problemi di vista, e insufficienza renale. Più comune negli adulti, il diabete di tipo 2  sempre più colpisce anche i bambini come l’aumento dell’obesità infantile.

TRDRP non ha condizionato in alcun modo lo studio, la raccolta e l’analisi dei dati, e la preparazione del documento di ricerca.

Fornito da University of California – Riverside