Emozioniamo

Il programma ‘The Patient Voice’ sottolinea l’elemento umano nella cura del diabete

Adv

Betes

“L’unica attenzione è concentrata sui numeri, come se la mia salute fosse una macchina; e non lo è “, dice Tsaplina nel video. “Questo divario tra la l’obiettiva comprensione scientifica della malattia, e il soggetto del vissuto, è ciò che la programmazione Betes aiuta a colmare.”

L’Organizzazione Betes presenterà “The Patient Voice 2016: colmare il divario diabete”, Domenica 20 marzo  13:30-17:00 a New York City. Il programma prevede brani della programmazione Betes, seguita da una discussione di un pannello multidisciplinare di esperti, e la cerimonia di premiazione per Jason Baker, MD, e Barbara Anderson, PhD, e si concluderà con un buffet, vino e jazz.

Il percorso terapeutico, programmato a guida teatrale, che comprende teatro di figura e narrazione, rimette a fuoco i riflettori sul cuore della sanità – l’esperienza umana della malattia, afferma per conto dell’organizzazione Betes, Tsaplina, che rifocalizzandola, ha detto, può contribuire a trasformare la sofferenza.

“Non si tratta di pupazzi, si tratta di vostra, nostra capacità di raggiungere gli obiettivi”, ha detto Tsaplina. “E ‘la creazione di uno spazio nella nostra cultura per riflettere … su come la presenza di una condizione di salute cronica modella tutti noi.”

L’Organizzazione Betes, fondata nel 2013, comprende programmi di formazione del teatro sviluppati da artisti professionisti, in collaborazione con lo psicologo clinico Kenneth Gorfinkle, PhD, per affrontare il lato mentale ed emotivo della salute e vita con il diabete .

Per maggiori informazioni:

L’Organizzazione Betes presenterà “The Patient Voice 2016 Il paziente Voice: colmare il divario Diabete” Domenica 20 marzo 13:30-17:00 al 417 E. 61 St. e 1 ° Avenue, Manhattan, New York. Guarda i video circa l’organizzazione, e l’acquisto dei biglietti per l’evento su http://bit.ly/PatientVoice. Un evento imperdibile, infatti io non me lo perdo e ci sarò!

(*) Il teatro di figura è una particolare arte teatrale che utilizza burattini, marionette, pupazzi, ombre, oggetti, come protagonisti dello spettacolo teatrale e segni di un linguaggio fortemente visivo e sensoriale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: