Prodotti

Applicazioni sanitarie per il diabete e condivisione delle informazioni con terze parti

Adv

diritti

Un quinto dei possessori di smartphone ha avuto applicazioni per la salute nel 2012. le app possono trasmettere dati medici sensibili, tra cui lo stato della malattia e il rispetto delle prescrizioni terapeutiche. Rischi per la privacy e il rapporto tra le informazioni e le pratiche della medesima nelle  applicazioni per la salute è un aspetto poco studiato. Per questo studio, i ricercatori hanno identificato tutte le applicazioni Android per il diabete con la ricerca su Google Play utilizzando il termine diabete, e raccolto e analizzato le politiche sulla privacy e le autorizzazioni. Gli autori hanno installato un sottoinsieme casuale di applicazioni per determinare se i dati venivano trasmessi a terzi, definibili come qualsiasi sito web non direttamente sotto il controllo dello sviluppatore, vedi ad esempio gli aggregatori di dati o le reti pubblicitarie.
La maggior parte delle 211 applicazioni per il diabete (81 per cento) nello studio non hanno politiche sulla privacy. Solo 4 hanno detto di chiedere agli utenti il permesso di condividere i dati. Nell’analisi di trasmissione che ha incluso 65 applicazioni, le informazioni sulla salute sensibili da applicazioni per il diabete (ad esempio, l’insulina e i livelli di glucosio nel sangue ) sono stati regolarmente raccolti e condivisi con terzi, con 86 per cento delle applicazioni che metteno cookie traccianti e il 76 per cento, senza politiche sulla privacy. Delle 19 applicazioni con politiche di privacy e i dati comunicati a terzi, 11 applicazioni hanno reso noto questo fatto, mentre 8 app non lo hanno fatto.
“Questo studio ha dimostrato che le applicazioni per il diabete condividono le informazioni raccolte con terze parti in comune, e ci sono rischi per la privacy perché non sono presenti protezioni legali federali contro la vendita o la divulgazione di dati provenienti da applicazioni mediche a terzi. La condivisione delle informazioni sensibili  sanitarie da applicazioni non è generalmente vietata dalla l’Health Insurance Portability e Accountability Act, “scrivono gli autori.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: