Vivo col Diabete

Vecchio lupo

OldPassi raccolti vecchi e isolati momenti di un segnale proveniente da un’altra dimensione, frequenze digitali non più compatibili con i protocolli odierni delle telecomunicazioni, me ne farò una ragione. D’altronde non credevo di vivere ancora tanto tempo, dicevano che la mia longevità era molto limitata. Le previsioni del tempo di vita sono come il meteo: ogni tanto ci prendono oppure no. Avevo organizzato la mia vita per essere già morto e invece no. Alla pensione manco ci penso, nonostante le ottimistiche proiezioni dell’INPS sull’allungamento delle aspettative di vite lo sciamano mi da ancora dieci anni poi stop.

Pubblicità

Diabete tipo 1 piccino picciò tutti attorno ti stanno, foto regali e buoni auspici, tutto un mondo attorno fatto di luci e colori, dolori ma anche gioie. Poi tipo 1 cresci diventi adulto, fai famiglia e figli. Poi invecchi e….. la differenza è finita. Da tipo 1 a tipo nessuno: non ti fila alcuno.

Scusate l’ironia ma è la verità, e se poi sei una caso complesso, qual è il mio, allora il tipo nessuno lo sei fin dalla nascita. Perché accade questo nel momento in cui nessun endocrinologo riesce a cavarne un ragno dal buco e il bruco rimane lì a erodere l’aria. Prima titoli a corpo 72 per dirti che sei spacciato, un zombie, poi puoi andare sulla luna. Non hai una sega. A parte l’essere visto come un ansioso rompiballe, un psicopatico in cerca di niente.

Ma nella sintesi delle cose e della vita resta un dato: anche il diabetico di tipo 1 invecchia.

Capisco che, essendo l’Italia un paese di vecchi e morenti, del tipo 1 DOC genere dannato d’annata non frega niente in questa congiuntura. Ma almeno farci qualche convegno scientifico, con una qualche esposizione di ricerca fatta a tavolino, con dati inventati giusto per dare la sensazione che qualcuno si interessi credo sarebbe carino (come nessuno sa in Italia non esiste un registro dati sanitari del Diabete e in molti centri manco c’è archiviazione minima digitale). Ritengo anche possibile trovare un qualche straccio di sponsor disinteressato tipo: la Tena e lo Lines.

Poi un dato econometrico interessante per la filiera sanitaria e industriale: se il diabetico tipo 1 campa voi campate con lui esempio: il recente e unico documento prodotto sulla vecchiaia e diabete tipo 1 dall’American Diabetes Association raccomanda di dotare tutti i vecchi T1D di microinfusore e sensore per il CGM (Controllo Continuo della Glicemia), così da ridurre il rischio di letali eventi ipoglicemici inavvertiti.

Credo che questo appello tra il serio e il faceto resterà inascoltato perché la cosa accomunante l’intera terza e quarta età (da sempre) sta nel dire: bello ciao! D’altronde questa è la vita bellezza: un giorno ci sei e l’altro più. Guardati la soap in tv e fai la fila dal medico di base per la peretta che l’età e la stitichezza avanza.

Pubblicità