Ricerca

Tu sei quello che i tuoi genitori hanno mangiato

Buon appetito!

Buon appetito!

Gli scienziati dell’Helmholtz Zentrum München, in collaborazione con i ricercatori della Technical University di Monaco e il Centro tedesco per la ricerca del diabete, hanno dimostrato che l’obesità indotta dalla dieta e il diabete possono essere epigeneticamente ereditati dalla prole sia per via degli ovociti che degli spermatozoi. I risultati sono stati recentemente pubblicati sulla rivista Nature Genetics .

Pubblicità

Per i suoi studi, il team dell’Istituto di Genetica Sperimentale (IEG) hanno utilizzato topi che erano diventati obesi e avevano sviluppato il tipo 2 di diabete a causa di una dieta ricca di grassi. La loro prole è stata ottenuta esclusivamente attraverso la fecondazione in vitro (IVF) da ovociti e spermatozoi isolati, in modo che i cambiamenti potessero essere trasmessi solo in via da queste cellule.  Questo ha permesso ai ricercatori di escludere altri fattori come ad esempio il comportamento dei genitori e le influenze della madre durante la gravidanza e l’allattamento.
“I risultati hanno mostrato che in entrambi gli ovociti e spermatozoi venivano trasmesse informazioni epigenetiche, che in particolare nella prole di sesso femminile ha portato a obesità grave”, ha detto il Prof. Johannes Beckers, il quale ha diretto lo studio. Nella prole maschile , invece, il livello di glucosio nel sangue era più colpito rispetto che nelle sorelle. I dati mostrano anche che – come negli esseri umani – il contributo materno alla variazione nel metabolismo nella prole è superiore al contributo paterno.
Possibile spiegazione per la rapida diffusione del diabete in tutto il mondo
“Questo tipo di eredità epigenetica di una malattia metabolica a causa di una dieta non sana potrebbe essere un’altra causa importante per il drammatico aumento globale nella prevalenza del diabete dal 1960”, ha detto il Prof. Martin Hrab De Angelis, direttore della IEG e promotore dello studio. L’aumento dei pazienti diabetici osservato in tutto il mondo, difficilmente può essere spiegato con mutazioni nei geni stessi (DNA) in quanto è stato troppo veloce. Dal momento che l’ereditarietà epigenetica – a differenza del patrimonio genetico – è in linea di principio reversibile, nuove possibilità di influenzare lo sviluppo di obesità e diabete derivano da queste osservazioni, secondo gli scienziati.
Nelle loro teorie sulla ereditarietà ed evoluzione, sia Jean-Baptiste Lamarck che Charles Darwin avevano dichiarato esplicitamente come le caratteristiche e tratti che i genitori acquisiscono durante la loro vita attraverso l’interazione con l’ambiente potrebbero essere trasmesse alla prole. E’ stato stato fino a quando il neo-darwinista Gregor Mendel  con la sua “Teoria sintetica dell’evoluzione”, che combina le teorie della selezione naturale di Darwin e della genetica , per cui l’eredità dei caratteri acquisiti era stata respinta. “Dal punto di vista della ricerca di base, questo studio è così importante perché dimostra per la prima volta che un acquisito disturbo metabolico può essere trasmesso epigeneticamente alla prole tramite ovociti e spermatozoi – similmente alle idee di Lamarck e Darwin,” ha detto il professor Johannes Beckers.

Pubblicità