Ricerca

La vitamina D può aiutare a prevenire l’insorgenza precoce di insulino-resistenza

Pubblicità

vitamindmayhUn intervento precoce con la vitamina D nei soggetti che ne presentano un deficit può aiutare a scongiurare l’insorgenza precoce di insulino-resistenza, secondo uno studio pubblicato online il 18 febbraio su Diabetes, Obesity and Metabolism.
Sigal Tepper, Ph.D., dal Ben-Gurion University di Beer-Sheva, Israele, e colleghi hanno assegnato in modo casuale 130 uomini non diabetici (età media, 47.52 anni) che hanno avuto 25 (OH) D livelli sierici <20 ng / mL a trattamento (100.000 UI di vitamina D bimestrale) o placebo.
I ricercatori hanno scoperto, dopo aggiustamento per livelli di base, età, indice di massa corporea, l’esposizione al sole, l’attività fisica, e colesterolo delle lipoproteine ??a bassa densità, che ci sono state differenze significative nei livelli di insulina e il modello di valutazione dell’omeostasi  della resistenza all’insulina (HOMA-IR) tra i gruppi . Nel gruppo di trattamento, i livelli di insulina e HOMA-IR sono rimaste stabili, ma essi sono aumentate del 16 per cento nel gruppo di controllo (P = 0,038 e 0,048, rispettivamente).
“Sono necessari ulteriori studi per stabilire se gli effetti a lungo termine della supplementazione di vitamina D sul rischio di diabete permangono”, scrivono gli autori.