Batticuore

Un nuovo studio svela i meccanismi alla base del danno cardiaco provocato dal diabete

N. Muge Kuyumcu-Martinez

N. Muge Kuyumcu-Martinez

Le complicanze cardiache sono la prima causa di morte tra i diabetici. Ora un team di scienziati ha scoperto un meccanismo molecolare coinvolto in una forma comune di danno cardiaco trovata nelle persone con diabete.

Pubblicità

Un gruppo di ricerca presso l’Università del Texas Medical Branch a Galveston, in collaborazione con il Baylor College of Medicine, University of California di San Diego e l’Università del Texas a Dallas hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista Reports Cell.

Le persone con diabete hanno un rischio 2-5 volte superiore di sviluppare malattie cardiovascolari. Per decenni i medici hanno notato cambiamenti insalubri nei cuori dei diabetici denominadoli con  cardiomiopatia diabetica una complicanza muscolare del cuore che può portare ad insufficienza cardiaca.

I meccanismi molecolari responsabili di questo disturbo cardiaco sono poco conosciuti, anche se sono la chiave per rivelare nuovi bersagli volti alla scoperta di cure e lo sviluppo di sistemi diagnostici più esatti, migliori.

Il RNA fornisce il modello per fare i mattoni delle proteine delle cellule. Il RNA viene tagliato o giuntato per generare il mRNA utilizzato per costruire le proteine. Gli errori del RNA nello splicing sono associati a molte malattie umane perché portano alla produzione di proteine errate o dannose.

Il gruppo di ricerca ha già dimostrato che lo splicing è regolato in modo non corretto e i livelli del RBFOX2 regolatore dello splicing sono elevati nel tessuto cardiaco del diabetico. L’attuale studio ha cercato di indagare ulteriormente come la regolamentazione del RBFOX2 contribuisce ai splicing difettosi osservati nei cuori dei diabetici e le conseguenze dei cambiamenti dello splicing sulla funzione cardiaca.

Lo studio guidato dalla UTMB ha rilevato che RBFOX2 lega al 73 per cento del RNA che rappresentano un ‘mis-splicing’ nei tessuti cardiaci diabetici. Questo splicing alternativo è stato trovato a mettere in pericolo i normali modelli di espressione genica nel cuore, in particolare i geni importanti per il metabolismo molecolare, la morte cellulare programmata, il traffico di proteine e movimentazione del calcio nel muscolo cardiaco dei tessuti. L’equilibrio del calcio è importante nella regolazione di un battito cardiaco.

“Abbiamo scoperto che la funzione RBFOX2 è interrotta nei cuori diabetici prima che le complicazioni cardiache siano evidenti e la disregolazione del RBFOX2 contribuisce al calcio anormale la segnalazione nel cuore”, ha detto N. Muge Kuyumcu-Martinez, autore principale e professore nel dipartimento di biochimica e molecolare biologia della UTMB. “L’identificazione del RBFOX2 offre un importante contributo alle complicanze diabetiche e ci fa imparare come la deregolazione può permetterci di sviluppare nuovi strumenti per diagnosticare, prevenire o trattare la cardiomiopatia diabetica in futuro.”

diabetes700_5-26-16.3.11.39

Pubblicità