Vivo col Diabete

Il Mio Diabete entra in comunità

thegutmicrobCi apprestiamo a riprendere appieno l’attività del blog dopo una interruzione delle pubblicazioni e l’effettuazione di diverse prove sui formati e impostazioni dei media da condividere in rete. Nella prossima settimana contiamo di lanciare la versione rinnovata de Il Mio Diabete con il contributo importante di nuovi redattori e non solo: lo scoprirete vivendo. Una sola anticipazione: il blog andrà oltre facendosi community per dirla con un termini voga e spazierà con eventi dal vivo oltreché online.

Il diabete è una parola dai tanti significati e rappresentazioni, una parola fatta da milioni e milioni di persone, ciascuna con una storia unica della e nella malattia. Nel corso di questi anni ho capito un semplice ma incisivo passaggio circa la vita con il diabete e il conseguente desiderio di saperne di più: regna una gran confusione, alimentata ogni giorno da lanci di notizie che tali non sono. Siccome il rapporto tra esseri umani si regge sul commercio, tra chi vende e compra, e per vendere pubblicità negli spazi mediatici occorre attirare l’attenzione, così facendo capita spesso e volentieri, anche da parte di autorevoli fonti, di diramare titoli ad effetto proprio per catturare il click, e poi produrre l’effetto devastante dell’illusione e successiva delusione nel lettore.

Il Mio Diabete fin dall’inizio ha evitato accuratamente di entrare nella logica speculativa della malattia e di offrire sempre informazioni verificate e provenienti da fonti certe e affidabili (citandole, con tanto di link), sia a livello scientifico che tecnologico, così come avere un approccio disincantato sul versante della vita reale con la malattia, tra diritti e rovesci, equilibri e squilibri.

Continueremo per questa strada da un lato e cambieremo alcune altre cose dall’altro nel fare informazione e condivisione. La parola d’ordine è: concretezza, che tradotta nella pratica quotidiana significa riportare informazioni fondate e traducibili in fatti realizzabili a stretto giro di posta. Conoscenza: la pubblicazione di notizie che aiutino a capire meglio come agisce il diabete e farci vivere bene di conseguenza nella vita di ogni giorno. Per crescere consapevolmente e responsabilmente abbiamo sempre bisogno di capire è e sarà questo uno dei capisaldi del Mio Diabete d’ora in poi, assieme al desiderio, che va realizzato, di condividere percorsi e ragionamenti per essere fermenti attivi di una comunità oltre i muri e le barriere fisiche del territorio.

E’ dai dubbi che nasce l’essenza stessa del progredire umano, ma a condizione ci portino a maturare ed essere persone migliori di quando siamo partiti. La nostra comunità, questo blog, non è ne sarà uno spazio per tutti, ma solo rivolto ai diabetici che vogliono mettersi/rimettersi in gioco. Il che tocca tanti aspetti della sfera diabetica: va bene il buon compenso glicemico, la HbA1C, scongiurare le complicanze, ma non ci fermiamo a questo. Facciamo e faremo comunità/condivisione prendendo il lato oscuro del diabete, il lato B, fatto di emozioni, introspezione, ira, rabbia, gioia, voglia di combattere, vivere.

Salpiamo alla ricerca di noi  stessi.

Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuovi orizzonti, ma nell’avere occhi nuovi. – Marcel Proust