Dai media e web

Diabete? Banzai!

banzaiQuestione di polso: il monitoraggio dello stile di vita impiegato per cercare di prevenire il diabete di tipo 2 in Giappone

Il Ministero dell’Economia, del Commercio e dell’Industria dell’Impero del Giappone inizierà monitorare l’attività fisica delle persone affette da diabete e quelli a rischio di malattia con i dispositivi di controllo indossabili.

I dispositivi raccoglieranno e analizzeranno i dati in via sperimentale a partire dalla fine del mese di luglio, e le informazioni saranno utilizzate per evitare che le condizioni dei soggetti peggiorino.

La mossa è volta a tagliare le spese mediche per il trattamento di malattie scaturite dallo stile di vita nelle loro fasi iniziali, come le spese mediche associate a quelle categoria di malattia che rappresentano un quarto della spesa nazionale sanitaria totale del Giappone pari a 40 trilioni di yen ($ 380.000.000.000 ).

Secondo il piano, presentato ad una riunione dello scorso luglio 11 del gruppo di esperti del ministero, il dicastero lavorerà con Toyota Motor Corp., Mitsubishi Estate Co., Dai-ichi Life Insurance Co. e altre grandi aziende, così come i governi locali e istituzioni mediche, per monitorare i dipendenti a cui è stato diagnosticato il diabete tipo 2, come mantenerlo controllato o di coloro che hanno elevate probabilità di sviluppare la malattia.

Dopo aver ottenuto il consenso degli individui, i diversi dati, come ad esempio il numero di passi fatti le calorie che consumate, verranno raccolti per sei mesi da un dispositivo indossato come un orologio da polso e altri strumenazioni.

La pressione del sangue, il peso anche queste intrecciate coi predetti fattore di rischio i saranno inoltre misurata ogni giorno sul posto di lavoro ai dipendenti.

Le informazioni raccolte saranno utilizzati dai medici aziendali per dare consigli sulla salute ai lavoratori. Tali dati saranno anche in forma anonima accumulati in un database in modo che i medici possano più efficacemente dare prescrizioni.

Il programma dovrebbe coprire più aziende e condizioni diverse dal diabete a partire dal prossimo anno fiscale. Il ministero dell’economia stima in un 1 miliardo di yen le spese mediche possono essere risparmiate prendendo contromisure contro le malattie legate allo stile di vita nelle fasi iniziali. Si intende cooperare con il ministero della salute, che ha partecipato alla riunione in qualità di osservatore, per procedere con il progetto.

Il Giappone è il primo paese degli appartenenti al G8 ad attuare il protocollo Lifestyle everyone.