Emozioniamo

Diabete batte in testa?

Man Using Lancelet On Finger In BathroomI giovani con diabete tipo 1 negli USA hanno avuto sino a quattro probabilità in più di essere ricoverati in ospedale per problemi di salute mentale o per un impiego errato di sostanze utilizzate assieme alla terapia in uso nel 2014 rispetto ai coetanei senza la malattia, questa è la sintesi cruda che emerge da un recente sull’impatto psicologico della malattia tra i giovani adulti.

Pubblicità

Per ogni 1000 giovani adulti di età compresa tra 19 a 25 che hanno il diabete, 37 sono stati ospedalizzati per problemi mentali/impiego, intossicazione da farmaci antidepressivi e ansiolitici, rispetto nove giovani adulti senza diabete. Lo studio condotto dai ricercatori presso l’Institute Health Care Cost anche trovato l’incidenza di tali ricoveri in aumento per questi pazienti. Il tasso nel 2014 è stato del 68 per cento superiore a due anni prima, quando il tasso di ricoveri per uso/abuso di farmaci per la salute mentale era del  22%.

“Non era sicuramente qualcosa che ci aspettavamo”, ha detto Amanda Frost, ricercatore senior presso HCCI, che ha lavorato allo studio pubblicato di recente. I ricercatori HCCI esamineranno la tendenza più da vicino nei futuri lavori, ha detto.

La depressione è da due a tre volte più comune tra i giovani con diabete rispetto a coloro che non hanno la malattia, ha detto Tina Drossos, uno psicologo clinico presso l’Università di Chicago Medicine Kovler Diabetes Center.

Gestire la malattia è difficile a qualsiasi età, ma i giovani possono trovarlo particolarmente impegnativo. “E’ una malattia 24/7”, ha detto, che richiede ai bambini, ragazzi, adolescenti, giovani adulti di testare continuamente il loro sangue, monitorare i carboidrati e prendere più volte l’insulina per cercare di mantenere negli argini la glicemia che va dove gli pare poiché il sistema immunitario per un errore genetico sopprime le cellule beta del pancreas che producono tale vitale ormone. Al contrario, alcune altre condizioni croniche richiedono soltanto di prendere una pillola una volta al giorno, niente di più.

I giovani possono sentire la distinzione della loro condizione li distingue. “Tutti vogliono, cercano di adattarsi, e questo non sempre”, ha detto, notando che i giovani con diabete possono essere oggetto di bullismo e prese in giro.

Ma questo non spiega l’aumento di ricoveri per problemi di salute mentale, ha detto. In genere, i giovani vengono ricoverati in ospedale se hanno cercato di suicidarsi o hanno manifestatamente intrattenuto l’idea di farlo e formano un piano per portarlo a termine.

“La maggior parte delle persone depresse non si suicidano “, ha osservato.

Il Mio Diabete ha voluto riportare questo articolo poiché in Italia non ci sono dati strutturati sulla problematica ma sappiamo bene che il problema esiste e non sarebbe ora di farsene carico anziché fregarsene?

Pubblicità