Mangiare

Il guastafeste: vai mo’ a scoprire cosa c’è nel tuo hot dog?

1470834417180L’hot dog è il cibo di strada per eccellenza e il più consumato oggi un poco in tutto il mondo. Ma sapere con certezza cosa si sta all’interno di un panino può essere difficile. Ora gli scienziati hanno messo a punto un metodo che potrebbe aiutare a prevenire le frodi dei wurstel, faccenda particolarmente importante per coloro che non possono mangiare alcuni tipi di carni. Lo riferiscono in ACS ‘ Journal of Agricultural and Food Chemistry.

Le istanze di adulterazione alimentare hanno causato diversi scandali a livello mondiale negli ultimi anni. Alcune hanno causato gravi malattie e persino la morte, come ad esempio l’aggiunta di melamina al latte in polvere in Cina. E altri incidenti non hanno influenzato la salute delle persone, ma potrebbero aver violato le restrizioni dietetiche culturali o religiose, in particolare per quanto riguarda i tipi di carne che gli aderenti possono consumare. Attualmente, testare l’autenticità di un prodotto di carne comporta il campionamento del suo DNA, amplificando il materiale genetico con la reazione a catena della polimerasi (PCR) e cercando alcuni marcatori. Ma i metodi esistenti spesso ricercano un solo componente nella lunga sequenza del DNA, che potrebbe essere abbattuto durante la lavorazione alimentare e portare a risultati falsi. Md. Eaqub Ali e colleghi volevano trovare un approccio più affidabile.

I ricercatori hanno sviluppato una tecnica per cercare coppie di brevi di sequenze di DNA da carne di bufalo e maiale nell’hot dog. Usando il loro approccio, il 20 manzo hanno acquistato i wurstel nei mercati in Malesia, dove hanno sede i ricercatori. I test hanno dimostrato che le loro sequenze bersaglio erano stabili in condizioni di trasformazione alimentare. I ricercatori hanno anche scoperto che tutti gli hot dog etichettati come “carne bovina” invece contenevano carne di bufalo.