Ricerca

Prodotto il primo e unico atlante molecolare del pancreas

Adv

howgutmicrob

Anche se la conoscenza di come funziona a livello molecolare il corpo umano è ancora limitata, i ricercatori possono ora esaminare gli organ in una risoluzione superiore a prima dell’impiego di questa nuova tecnica sviluppata dai ricercatori del Karolinska Institutet in base a cella singola trascrittomica, che permette di risolvere le singole cellule dal tessuto complesso, e studiare, analizzare l’attività di tutti i loro geni. Usando questa tecnica, gli scienziati possono ora tracciare le cellule di un organo insieme con modelli molecolari in organi e tessuti.
“Speriamo che i nostri atlanti delle pancreas serviranno da catalizzatore per la ricerca sulle malattie metaboliche che lo colpiscono”, dice Rickard Sandberg, professore presso il Dipartimento di Ricerca Cellulare e Biologia molecolare.
Il pancreas è un organo importante che regola il metabolismo del corpo attraverso ormoni che secernono nel sangue da cellule speciali. Studiando migliaia di singole cellule , il team ha fatto un atlante molecolare delle cellule pancreatiche con una particolare attenzione per quelle che producono ormoni nelle isole di Langerhans. L’analisi dei dati ha rivelato molti geni interessanti che erano attivi in specifici tipi di cellule , in particolare quelle  delta, in cui si trovano esposti geni che danno a queste cellule una capacità unica di operare come segnalazione nei centri nel pancreas, dove sono in grado, per esempio, di valutare l’equilibrio energetico del corpo e la fame attraverso l’ormone leptina.
Per condurre il loro studio, i ricercatori hanno esaminato il pancreas di dieci persone decedute, di cui sei erano state in buona salute e quattro erano morte con diabete di tipo 2. Utilizzando la trascrittomica monocellulare, sono stati in grado di confrontare l’ attività genetica di tutti i tipi di cellule, e l’esame della presenza di eventuali cambiamenti correlati alla malattia.
“Questa è la prima volta che qualcuno ha paragonato il tessuto pancreatico normale e patologico utilizzando questa tecnica,” dice il professor Sandberg.
Carina Ämmälä è ricercatore presso AstraZeneca e un membro del team di lavoro presso il Cardio Metabolic Integrated Center.
“Il nostro studio indica che le diverse cellule endocrine del pancreas esprimono geni modello distinti e unici che regolano la funzione cellulare, e che questa cambia nel diabete”, dice. “E ‘giunto il momento di iniziare la ricerca per trattamenti nel diabete di tipo 2 che facciano ripristinare la funzione della rete di cellule le quali compongono le isole di Langerhans, anziché cercare di fare lavorare di più le cellule beta.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: