Terapie

Io vado in bianco e tu?

Adv

ambulatorio

La vera sfida per noi diabetici e coloro che ci curano (o dovrebbero farlo) sta saper fare retroazione, ovvero avere la capacità come sistema di autoregolarsi, tenendo conto degli effetti scaturiti dalla modificazione delle caratteristiche del sistema stesso. Nel sistema sanitario e nei centri di riferimento per la cura del diabete è necessario adottare sistemi a riscontro negativo e positivo per regolare l’equilibrio del governo clinico e l’ottimizzazione dei servizi erogati.

La comunicazione: mettere in comune le informazioni utili e necessarie per il buon andamento della patologia nella vita di tutti i giorni, rendere partecipe il diabetico sono processi basilari e che vanno riscontrati periodicamente.

Per farlo occorrono soggetti in grado di rilevare e raccogliere dati autonomamente senza condizionamenti da pressioni corporative e professionali o da “sponsor” di varia natura. Una valutazione sulla qualità delle prestazioni erogati in base ai protocolli e pratiche sanitarie è quanto mai urgente.

Non possiamo più permetterci di disegnare bei titoli per conferenze e simposi di studio e poi a stringere si finisce per lasciare in buona parte del paese le strutture di riferimento per il diabete in stato di degrado e abbandono, i pazienti che nella migliore delle ipotesi se la cavano col fai da te e il tam tam informativo. Altroché educazione e diabete, conta dei carboidrati e gestione integrata della terapia, lavoro in team.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: