Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale Tecno

Gli esperti raccomandano il monitoraggio continuo di glucosio per gli adulti con diabete di tipo 1

Adv

accu-chek-insight-cgm-768x543

La linea guida, dal titolo “La terapia mediante la tecnologia con infusione continua di insulina e monitoraggio continuo del glucosio negli adulti con diabete tipo 1: Linee guida di pratica clinica della Società di Endocrinologia”, è stato pubblicato online e apparirà nel numero di stampa di novembre 2016 del The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism (JCEM ), una pubblicazione della Endocrine Society.

Si stima che circa 29 milioni di americani hanno il diabete , secondo il report fatti e cifre della Endocrine Society fatti. La condizione si verifica quando la capacità del corpo di elaborare lo zucchero è compromessa. Tra le persone con diabete di tipo 2, il corpo o fa troppa o troppo poca insulina, l’ormone che elabora lo zucchero, o l’organismo utilizza l’insulina in modo inefficiente. Un individuo sviluppa diabete di tipo 1, la forma meno comune della malattia, quando l’organismo non produce insulina o troppo poca.

Il monitoraggio continuo del glucosio (CGM) viene utilizzato principalmente per aiutare nella gestione del diabete di tipo 1, anche se i dispositivi possono essere utili nelle persone con diabete di tipo 2, pure. I CGM misurano i livelli di glucosio nel fluido interstiziale tra le cellule del corpo in intervalli di pochi minuti durante il giorno e la notte. La tecnologia può dire all’utente se i livelli di glucosio sono in aumento o in diminuzione, e monitorare le tendenze delle ultime ore. I dispositivi dispongono inoltre di allarmi per avvertire gli utenti quando i livelli di glucosio sono troppo alti o troppo bassi.

“Gli studi hanno trovato che le persone con diabete di tipo 1 che utilizzano i CGM sono in grado di mantenere un migliore controllo della loro glicemia senza aumentare gli episodi di ipoglicemia quando lo zucchero nel sangue scende a livelli pericolosi, rispetto a coloro che di glucosio nel sangue lo controllano con periodi prelievi dal sangue capillare mediante pungimento dalle dita,” ha detto Anne L. Peters, MD, della University of Keck School Southern California of Medicine di Los Angeles, CA, e presidente della task force che ha elaborato le linea guida. “Le prove scientifiche supportano l’uso di tecnologie dei CGM nei soggetti con diabete di tipo 1 il cui zucchero nel sangue è al di sopra del livello mirato così come quelli la cui glicemia è ben gestita.”

La task force che ha elaborato le linea guida ha dato la sua raccomandazione più forte a sostegno dell’utilizzo della tecnologia CGM nei soggetti con diabete di tipo 1 che sono in grado e disposti a utilizzare tali monitoraggi. La task force ha anche suggerito che i CGM può essere utilizzati su di un breve periodo, a base intermittente per le persone con diabete di tipo 2 il cui glucosio nel sangue è al di sopra dei livelli obiettivo.

La task force consiglia l’uso di pompe per insulina rispetto a più iniezioni di insulina nei soggetti con diabete di tipo 1 che non hanno soddisfatto i loro obiettivi di HbA1c e sono disposti e in grado di utilizzare il dispositivo. Inoltre, le pompe sono raccomandate per le persone con ipoglicemia frequente o variabilità del glucosio, e coloro che richiedono maggiore flessibilità nella somministrazione di insulina o vogliono la migliorare la cura del diabete e trarne soddisfazione. L’uso della pompa di insulina è stato suggerito per le persone con diabete di tipo 2 che non raggiungono i loro obiettivi glicemici.

Le pompe per insulina forniscono insulina tutto il giorno attraverso un catetere posizionato sotto pelle. La pompa dà ulteriore insulina prima dei pasti in base a ciò che l’utente inserisce previa lettura del valore glicemico e quantità di carboidrati presenti nel pasto che si va a consumare. Le pompe di insulina sono spesso usate in combinazione con CGM.

La tecnologia emergente nel trattamento del diabete, inclusi i dispositivi di pancreas artificiale, sono progettati per gestire automaticamente i livelli di zucchero nel sangue nelle persone con diabete di tipo 1. Tali tecnologie useranno il CGM per controllare efficacemente lo zucchero nel sangue e determinare appropriati dosaggi di insulina per evitare che i livelli di zucchero nel sangue vadano o troppo inbasso o troppo in alto.

Le linee guida raccomandano che tutti i pazienti e gli operatori sanitari siano adeguatamente istruiti e addestrati nell’utilizzare i dispositivi.

“Il successo di un dispositivo è direttamente legata alla volontà di un individuo di usare e capire la tecnologia”, ha detto Peters. “E’ fondamentale per garantire ai pazienti percorsi confortevoli, con tutti i dispositivi che decidono di integrare nei loro piani di trattamento.”

La Health Network Hormone offre risorse sulla tecnologia diabete su www.hormone.org/diseases-and-conditions/diabetes/diabetes-technology

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: