Diritti e rovesci

Mettiamo i diritti fondamentali delle persone con disabilità in Costituzione

Adv

128170_web

Con oltre 1 miliardo di persone in tutto il mondo – il 15 per cento della popolazione mondiale – che vive con una qualche forma di disabilità, CRPD è diventato uno dei trattati più rapidamente ratificati in materia di diritti umani nella storia. Più di 168 paesi sono ora rappresentati.

Ma sono state mantenute le promesse fatte 10 anni fa?

Il Centro di Analisi delle politiche mondiali presso la UCLA ha prodotto una analisi di vasta portata degli sforzi dei paesi, dopo l’adozione della CRPD, circa la messa in opera di misure concrete per affrontare diritti globali, le leggi e le politiche che riguardano le persone con disabilità.

Mentre si è verificato un progresso nei movimenti sociali globali attraverso la convenzione, le nazioni hanno ancora una lunga strada da percorrere nell’adempimento dei loro impegni, si ricava dall’analisi.

Solo il 24 per cento dei paesi del mondo hanno costituzioni che vietano espressamente la discriminazione o garantiscono pari diritti sulla base della disabilità.

Eguaglianza dei diritti in generale

I diritti costituzionali forniscono una base per più esigenti forme di maggiore equità e portando a rovesciare leggi discriminatorie. Le garanzie costituzionali circa l’uguaglianza dei diritti sulla base della disabilità sono stati utilizzate per sfidare la discriminazione nelle assunzioni in Messico, rafforzare la rappresentanza politica delle persone con disabilità in Uganda, e migliorare l’accesso ai servizi sanitari in Canada.

Tuttavia, meno del 10 per cento delle costituzioni dei paesi garantisce esplicitamente i diritti civili alle persone con disabilità.

Fa uguaglianza la garanzia in costituzione e la non discriminazione delle persone con disabilità?

Educazione

Solo il 28 per cento dei paesi proteggono attraverso le loro costituzioni il diritto all’istruzione per i bambini con disabilità.

Ostacoli significativamente sostanziali per l’istruzione e le opportunità di apprendimento verso i bambini con disabilità sono comuni. Nei paesi a basso e medio reddito, i tassi di iscrizione scolastica per i bambini con disabilità sono comunemente ricompresi tra il 30 a 50% in meno rispetto ai loro omologhi.

Il cinque per cento dei paesi non hanno fondi per i bambini con disabilità nel sistema scolastico pubblico e solo il 12 per cento riesce a soddisfare le loro esigenze in scuole predisposte all’uopo.

È l’istruzione inclusiva per i bambini con disabilità?

128172_web

Lavoro

Solo il 18 per cento dei paesi protegge costituzionalmente il diritto al lavoro per le persone con disabilità.

Tuttavia, i diritti del lavoro stanno diventando sempre più comuni. Delle costituzioni adottate nel 2010 o più tardi, il 58% garantisce il diritto al lavoro per le persone con disabilità, rispetto a solo il 11 per cento di quelle costituzioni adottate prima del 1990.

Secondo i risultati preliminari per i 25 paesi più popolosi focalizzata sulle protezioni legislative contro la discriminazione sul posto di lavoro, 14 offrono protezione in generale alle persone con disabilità dalla discriminazione sul luogo di lavoro, e otto proteggono i lavoratori con disabilità dalla discriminazione indiretta.

La costituzione garantisce il diritto al lavoro per gli adulti con disabilità?

Salute

Solo il 26 per cento delle costituzioni garantisce esplicitamente il diritto alla salute per le persone con disabilità.

L’accesso precoce ai servizi di intervento può essere fondamentale per i bambini con disabilità, e le  politiche di ferie retribuite in grado di fornire ai genitori che lavorano la capacità di soddisfare la salute e lo sviluppo, i bisogni dei loro figli senza perdere reddito. Solo l’11 per cento dei paesi fornisce a pagamento prestazioni per soddisfare specificamente le esigenze di salute dei bambini con disabilità.

Anche se le garanzie rimangono fuori dal comune, il 63 per cento delle costituzioni adottate nel 2010, o successivamente, garantiscono il diritto alla salute per le persone con disabilità rispetto a solo il 6 per cento di quelle adottate prima del 1990.

La costituzione garantisce il diritto alla salute per le persone con disabilità?

Tra i paesi con le costituzioni adottate dal 2010, il 68% vietano la discriminazione fondata sulla disabilità, mentre il 58% garantisce il diritto al lavoro per gli adulti con disabilità, e il 63% assicura il diritto all’istruzione per i bambini con disabilità.

“Il Centro Analisi sulle Politiche Mondiali ha fornito una risorsa unica e preziosa per chiunque sia interessato alla giustizia sociale in materia didisabilità “, ha detto Michael Stein, direttore esecutivo del progetto diritto allo studio per i disabili della Harvard, che ha partecipato alla stesura della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell’infanzia con disabilità. “I dati, sono accessibile a tutti e la comprensione è facile afferrare come si legge dalla grafica.”

Heymann ha riassunto i risultati, “La Convenzione sui diritti delle persone con disabilità è una promessa per la comunità globale di adottare e far rispettare le leggi che garantiscono l’uguaglianza e l’inclusione ma siamo ancora lontani da ottenere quello di cui abbiamo bisogno.”


128171_web

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: