Emozioniamo

L’altra metà

Adv

In uno studio sui falsi ricordi, il dr Kimberley Wade presso il Dipartimento di Psicologia dimostra che se ci viene detto su un evento del tutto fittizio dalla nostra vita, più volte immaginiamo che questo si verifica, quasi la metà di noi lo avrebbe accettato.
Oltre 400 i partecipanti allo ‘studio sull’impianto della memoria’ avevano eventi autobiografici fittizi a loro suggeriti – e si è constatato come circa il 50% dei partecipanti riteneva che, in una certa misura, di averli vissuti.
I partecipanti a questo studio si sono trovati a ricordare una serie di falsi eventi, come ad esempio l’aver un giro in mongolfiera nell’infanzia, fare uno scherzo all’insegnante, o creare scompiglio in un matrimonio di famiglia.
Il 30% dei partecipanti ha ‘ricordato’ e accettato l’evento proposto, elaborandolo, e anche descrivendone le immagini. Un altro 23% ha mostrato accondiscendenza verso l’evento proposto e in una certa misura hanno creduto fosse accaduto per davvero.
Dr Wade e colleghi concludono che può essere molto difficile determinare quando una persona si ricorda eventi effettivamente capitati, al contrario di falsi ricordi – anche in un ambiente di ricerca controllato; e in più situazioni di vita reale.
Questi risultati hanno un significato in molte aree – sollevando dubbi intorno l’autenticità delle memorie utilizzate nelle indagini forensi, aule giudiziarie, e trattamenti terapeutici.
Inoltre, le memorie collettive di un grande gruppo di persone o provenienti dalla società potrebbero non essere corrette – a causa di disinformazione nelle notizie, per esempio – con un effetto sorprendente su percezioni e comportamento delle persone.
Dr Wade commenta l’importanza di questo studio:
“Sappiamo che molti fattori influenzano la creazione di false credenze e memorie, come chiedere ad una persona di immaginare ripetutamente un evento falso. Ma noi non comprendiamo appieno come tutti questi fattori interagiscono. Studi su larga scala come la nostra mega-analisi si sono un po’ avvicinatici.
“Scoprire che una gran parte di persone sono inclini a sviluppare false credenze è importante. Sappiamo da altre ricerche che distorte credenze possono influenzare i comportamenti, le intenzioni e gli atteggiamenti delle persone.”
Gli scienziati hanno utilizzato varianti di questa procedura per 20 anni, volte a studiare come le persone possono venire portate a ricordare le false esperienze.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: