Tecno

Verso la realizzazione di uno strumento per la diagnosi precoce del diabete

Adv

 

I ricercatori dell’Università di Twente Olanda, in collaborazione con le parti commerciali, stanno sviluppando un dispositivo portatile per la rilevazione del diabete di tipo 1 o di tipo 2 in una fase precoce. La Fondazione STW sta finanziando una proposta di ricerca presentata da Sonia García Blanco dell’istituto MESA + di UT. L’obiettivo finale del progetto è quello di sviluppare un prototipo del dispositivo.
Circa 420 milioni di persone in tutto il mondo hanno diagnosticato il diabete, mentre altri 180 milioni non sanno di averlo. Se fossimo in grado di rilevare il diabete anche prima di quanto è ora possibile, una grande quantità di spese e sofferenze  per la cura potrebbero essere evitate. I ricercatori UT sono quindi al lavoro per sviluppare un dispositivo a basso costo e portatile che utilizzerà una piccola goccia di sangue per rilevare il diabete in fase iniziale, Inoltre, il nuovo dispositivo sarà distinguere tra tipo 1 e diabete di tipo 2.

Biomarkers

Al centro del dispositivo è un chip in grado di rilevare biomarcatori nel sangue. I biomarcatori sono sostanze che possono indicare la presenza di una determinata malattia, processo fisiologico o di altro stato biologico. Il chip è dotato di un sensore ottico integrato. Il sensore inizialmente scansione la goccia di sangue per tre diversi biomarker. Secondo il leader del progetto Sonia García Blanco, la prima sfida è quella di ideare minuscoli sensori che sono abbastanza sensibile per rilevare i biomarcatori in quantità minuscola di sangue. La seconda, ma ugualmente scoraggiante sfida è quello di progettare un dispositivo che sia portatile, robusto e facile da usare.

García Blanco è specializzata nello sviluppo di componenti ottici integrati come sensori che possono essere integrati in un chip. Lei è attualmente coinvolta in diversi progetti in cui si sta sviluppando sensori ottici per rilevare i biomarcatori specifici per varie malattie. Il suo lavoro fa parte del ‘sensoristica e diagnostica precoce’ linea di ricerca presso l’Università e istituto MESA + di Twente.

Vantaggi per la società

Il progetto di ricerca si concentra sulla più  semplice la tecnologia impiegata. L’Università di Twente attribuisce grande importanza a garantire che la società nel suo complesso vada a beneficiare della nostra ricerca ed esperienza. Il potenziale commerciale di questa tecnologia è  quindi un aspetto fondamentale fin dall’inizio del progetto. La Dr. Kasia Zalewska, da Nikos (Istituto olandese per l’imprenditorialità elevata intensità di conoscenze) è coinvolta nel progetto a vario titolo sin dall’inizio. Ad esempio, lei condurrà ricerche di mercato per garantire un trasferimento delle conoscenze efficace tra i ricercatori e le parti commerciali coinvolte.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: