Complicanze varie/eventuali

Difendersi dai morsi del congelamento

Adv

Tenendo le dita e dei piedi caldi e asciutti quando si lavora o gioca fuori è un must col tempo gelido, afferma l’American Academy of Orthopaedic Surgeons (AAOS).

Il congelamento si verifica quando i tessuti si bloccano e i cristalli di ghiaccio si formano all’interno delle cellule. Dal momento che questi cristalli di ghiaccio si disgelano, diversi danni possono verificarsi. Le persone anziane e i bambini piccoli sono particolarmente vulnerabili.

Sono anche ad alto rischio: persone con diabete o altre condizioni mediche che interessano la circolazione e quelli che prendono alcuni farmaci, come i beta-bloccanti, i quali riducono il flusso di sangue alla pelle. Le persone che sono state congelate in precedenza sono anche più sensibili.

Ma chi non si veste abbastanza con abiti caldi e adeguati, rimane fuori al freddo troppo a lungo, o si bagna è in grado di sviluppare congelamento.

Il congelamento si verifica quando il corpo sposta il sangue dalle estremità sugli organi vitali al centro del corpo cercando di mantenere la temperatura interna. Una volta che il sangue si allontana dalle dita delle mani, piedi e naso, queste parti possono perdere sensibilità e colore. In alcuni casi, il danno da congelamento è irreversibile.

I sintomi di congelamento includono intorpidimento o perdita di sensibilità. La pelle congelata può apparire dura cerosa, bianca o di colore grigio. Se vedete questi segni premonitori, consultare immediatamente un medico.

Il congelamento può portare alla morte delle cellule, il che potrebbe comportare l’amputazione degli arti colpiti. Le persone con congelamento possono anche sviluppare ipotermia, accade quando la temperatura corporea scende ai minimi pericolosi.

Se l’assistenza medica non è immediatamente disponibile, si consiglia di chiamare l’assistenza nel più breve tempo possibile, e:

Spostare la persona al chiuso in una stanza calda. Non tentare di riscaldare la zona lesa a meno che l’esposizione al freddo è finita.

Servire la persona di una bevanda calda in attesa dell’arrivo dei soccorsi.

Rimuovere gli indumenti bagnati o che restringono la circolazione e mettere a riposo le aree feriti.

Immergere la zona colpita in acqua tiepida per almeno 30 minuti, o fino a quando non si sente caldo e non è più insensibile. (Questo può essere doloroso, e l’area interessata può gonfiarsi o modificare il colore, la AAOS afferma.)

Mai utilizzare una piastra elettrica, , phon o il termosifone per cercare di scaldare la pelle colpita.

Evitare la rottura o peeling delle vesciche. Coprire leggermente con un panno sterile.

Mai sfregare o massaggiare la zona congelata con qualsiasi cosa.

Evitare di camminare coi piedi congelate.

Prendendo le precauzioni di sicurezza si riduce il rischio di congelamento:

Vestirsi a strati leggeri per mantenersi caldi e asciutti. Assicurarsi che lo strato esterno è realizzato in tessuto idrorepellente.

Indossare guanti, cappelli e calzini caldi.

Evitare alcol e sigarette prima di andare all’aperto nella stagione fredda.

Non rimanere fuori al freddo se si è bagnati. Togliere gli indumenti bagnati nel minor tempo possibile.

Monitorare regolarmente le mani, i piedi e le altre estremità per i segni di congelamento. Se sviluppa intorpidimento, entrare in luogo chiuso e riscaldarsi




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: