Annunci

Screening: un riepilogo

#T1D Aiuta la ricerca invia un SMS al 45541

Tutti i pazienti con diabete mellito di tipo 1 devono essere sottoposti a screening per le complicanze diabetiche a partire da 5 anni dopo la diagnosi. Per i pazienti con diabete mellito di tipo 2, lo screening ha inizio al momento della diagnosi. Lo screening per le complicanze tipiche comprende:

Esame del piede

Esame del fondo dell’occhio

Analisi delle urine per la proteinuria e microalbuminuria

Misurazione della creatinina sierica e del profilo lipidico

I pazienti devono essere esaminati annualmente per perdita di sensibilità tattile, vibratoria, dolorifica, termica a livello dei piedi, caratteristica della neuropatia periferica. La sensibilità pressoria viene indagata ottimamente con un estesiometro a monofilamento (v. Screening del piede diabetico.). L’intero piede, e specialmente la cute sotto le epifisi metatarsali, deve essere esaminato per fissurazioni della cute e segni di ischemia come ulcerazioni, gangrena, infezioni micotiche ungueali, polsi iposfigmici e perdita di peli.

L’esame del fondo dell’occhio deve essere eseguito da un oftalmologo; l’intervallo di screening è dibattuto e varia da annuale per pazienti con retinopatia già diagnosticata ad ogni 3 anni per quelli senza retinopatia in almeno un precedente esame.

L’analisi annuale di un campione estemporaneo o delle 24 h di urina è indicato per l’individuazione di proteinuria o microalbuminuria e della creatinina sierica per valutare la funzione renale.

Molti medici ritengono che un ECG basale sia importante dato il rischio di cardiopatie. L’assetto lipidico deve essere controllato almeno una volta all’anno e anche più spesso, quando sono presenti alterazioni. La PA deve essere misurata ad ogni esame.

Informazione sulle cause del diabete mellito, sulla dieta, sull’esercizio fisico, sui farmaci, sull’auto-monitoraggio con il test della glicemia dal dito, sulla sintomatologia dell’ipoglicemia, dell’iperglicemia e sulle complicanze del diabete sono fondamentali per ottimizzare la cura. Alla maggior parte dei pazienti con diabete mellito di tipo 1 si può inoltre insegnare come aggiustare le proprie dosi di insulina. L’istruzione deve essere rinnovata ad ogni controllo medico e in caso di ospedalizzazione. I normali programmi educativi sul diabete, generalmente tenuti da infermiere e nutrizionisti specializzati in diabetologia, spesso sono molto efficaci.



Annunci
Spot
Diabete

Il diabete tipo 1 sul groppone da un giorno o 54 anni? Non perdere la fiducia e guarda avanti perché la vita è molto di più, e noi siamo forti!
Non sono un medico. Non sono un educatore sanitario del diabete. Non ho la laurea in medicina. Nulla in questo sito si qualifica come consulenza medica. Questa è la mia vita, il diabete – se siete interessati a fare modifiche terapeutiche o altro al vostra patologia, si prega di consultare il medico curante di base e lo specialista in diabetologia. La e-mail, i dati personali non saranno condivisi senza il vostro consenso e il vostro indirizzo email non sarà venduto a qualsiasi azienda o ente. Sei al sicuro qui a IMD. Roberto Lambertini (fondatore del blog dal 3/11/2007).

Newsletter



Informazione
Avete un evento, manifestazione (sportiva e non), convegno sul diabete o legato ad esso? Se la risposta è sì fatemelo sapere attraverso l'invio dei dati e iinformazioni scrivendole nel form presente all'interno della pagina Scrivimi del blog. Le iniziative predette saranno publicizzate all'interno di questo spazio gratuitamente e immediatamente. Grazie per il vostro interesse Roberto Lambertini
Eventi
  • Nessun evento
Sommario post
Categorie post
Il Mio Diabete social
Il mio diabete

Promuovi anche tu la tua Pagina

Instagram

Blogosfera
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons


2016 Image Banner 120 x 600