Ricerca

L’eccesso di elevato BMI aumenta rischio di diabete tipo 1 nei bimbi con autoanticorpi-positivo

Adv

#T1D non c’è cura senza ricerca aiutaci inviando un SMS al 45541

Per parenti di pazienti con diabete di tipo 1 con autoanticorpi-positivi , l’indice di massa corporea elevato (BMI) è associato ad un aumento del rischio di progressione a diabete di tipo 1, in particolare per quelle di età più giovane di 12 anni, secondo uno studio pubblicato online 15 febbraio in Diabetes Care.
Christine Therese Ferrara, MD, presso l’Università della California a San Francisco, e colleghi hanno studiato da una coorte di 1.117 bambini nel TrialNet Pathway to prevention, che comprendeva i parenti con autoanticorpi-positivi dei pazienti con diabete di tipo 1. Un eccesso di indice cumulativo BMI (ceBMI)  è stata generato utilizzando longitudinalmente l’accumulato BMI al di sopra del 85 ° per età e sesso percentile aggiustato. Soglie ceBMI sesso ed età-specifici sono stati esaminati per il tipo 1 con il rischio di diabete.
I ricercatori hanno scoperto che l’aumento conferito del ceBMI ha significativamente elevato rischio di progressione a diabete di tipo 1. Nei bambini di età più giovane di 12 anni, l’aumento del rischio di diabete si è verificato a valori ceBMI inferiori, rispetto ai soggetti anziani e nelle femmine rispetto ai maschi.
“Elevato indice di massa corporea è associato ad un aumentato rischio di progressione del diabete nei parenti pediatrici con autoanticorpi-positivi, ma l’effetto varia a seconda del sesso e l’età,” scrivono gli autori.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: