Dai media e web

Odiano i medici: non fanno abbastanza. Ma vogliono vivere per sempre.

Ana Veciana-Suarez, Miami Herald

Essendo di mezza età, stanno tra i Millennials tanto lodati e i baby boomers tanto attaccati, e ben lungi dall’essere un luogo ideale sulla scala demografica.

Ora un nuovo rapporto dice che generazione X, quelli di età compresa tra 36 e 51, non fanno abbastanza per mantenersi in buona salute, anche se sostengono di voler vivere a lungo.

Secondo un sondaggio MDVIP:

  • Uno su tre non va dal medico per paura di trovare qualcosa che non va.

  • Un po’ a metà, il 55 per cento, degli Gen Xers hanno fatto un esame fisico una volta l’anno negli ultimi cinque anni, rispetto al 72 per cento dei boomers.

  • Due su tre Gen Xers ammettono che potrebbero essere fare più esercizio fisico regolare (67 per cento), mangiare bene (66 per cento), mantenere un peso sano (63 per cento) e gestire lo stress (66 per cento).

  • Solo il 40 per cento dei Gen Xers – contro il 55 per cento dei Boomers – fanno i test di screening raccomandati per l’individuazione tempestiva delle malattie. Questo nonostante igli Gen Xers credono che le scelte di vita giocano un ruolo uguale (66 per cento) maggiore (20 per cento) rispetto alla genetica nella loro salute.

Queste cifre sono di particolare interesse in un momento in cui l’aspettativa di vita per gli americani è diminuita per la prima volta in 20 anni. Cosa c’è di più, quasi la metà degli adulti soffre di almeno una condizione di salute cronica, alcuni dei quali potrebbero essere evitate o meglio controllate attraverso i cambiamenti dello stile di vita. Questi includono l’ipertensione, malattie cardiache e diabete.

MDVIP, una rete nazionale di oltre 900 medici di base incentrata sulla prevenzione e assistenza sanitaria personalizzata, ha collaborato con Ipsos Public Affairs sull’indagine sull’evoluzione generazionale Gen Xers e baby boomer, circa le loro abitudini di salute e le aspettative di invecchiamento. Il rapporto ha anche riscontrato che gli Gen Xers si preoccupano di più dei boomers in relazione ad alcune questioni relative all’invecchiamento. Ad esempio, il 19 per cento dei Gen Xers è preoccupato della solitudine in età avanzata contro il 15 per cento dei boomers, e più Gen Xers sono anche preoccupati di avere abbastanza soldi per coprire le spese sanitarie durante la pensione e la qualità dell’assistenza sanitaria nei prossimi 10 anni.

“I risultati del sondaggio MDVIP servono come un campanello d’allarme per gli Gen Xers, che potrebbero essere a capo di un percorso più breve per vivere la vita si estende con più malattie croniche rispetto alle generazioni prima di loro,” il Dr. Andrea Klemes, capo medico di MDVIP, ha detto in una dichiarazione. “La buona notizia è che le persone nel loro primi 30, 40 e 50 anni possono cambiare il corso sia della loro attuale e futura salute. Come evidenziato, capire i rischi e rendendo anche lo stile di vita più equilibrato con  semplici cambiamenti oggi può avere un impatto significativo sulla qualità e la durata della loro vita. ”



Categorie:Dai media e web