Vista e dintorni

Retinopatia diabetica: aggiornate le linee guida espresse dall’American Diabetes Association

Sanguinamento nei vasi sanguigni anomali nel centro dell’occhio a causa di retinopatia diabetica proliferativa. Credit: National Eye Institute

#T1D Aiuta la ricerca invia un SMS al 45541

Il diabete colpisce tutto il corpo e può portare a complicanze a lungo termine, compresi i danni ai piccoli vasi sanguigni. Tali danni possono portare a problemi nella retina dell’occhio, una condizione nota come retinopatia diabetica. L’American Diabetes Association (ADA) ha pubblicato le linee guida aggiornate sulla prevenzione, la valutazione e il trattamento della retinopatia diabetica per gli operatori sanitari e le persone con diabete. Le raccomandazioni dettagliate sono presenti in questo articolo, “Retinopatia diabetica: una presa di posizione da parte del American Diabetes Association,” che sarà pubblicato nel numero di marzo 2017 di Diabetes Care , e on-line il 21 febbraio, 2017.

La presa di posizione include informazioni sui progressi nella valutazione retinopatia e metodi di trattamento dei diabetici, così come miglioramenti nella gestione del diabete che si sono sviluppati sin dalla sua prima presa di posizione circa la retinopatia diabetica nel 2002. I nuovi sviluppi diagnostici includono l’adozione diffusa di tomografia a coerenza ottica, così come patologia intraretinica e il la fotografia del fundus grandangolare. Le modalità di trattamento più recenti, tra cui l’iniezione intravitreale di anti-crescita endoteliale vascolare degli agenti che sono fattori di crescita della proliferazione, sono anche descritti nella dichiarazione.

“La retinopatia diabetica è in realtà la causa più comune dei nuovi casi di cecità negli adulti che vivono nei paesi sviluppati e di età compresa tra 20 e 74 di età”, ha detto Thomas W. Gardner , MD, MS, corrispondente autore dell’articolo e professore di oftalmologia e scienze visive presso il Kellogg Eye center dell’ Università del Michigan . “Negli ultimi dieci anni, nuove ricerche e significativi miglioramenti nella tecnologia hanno aiutato la nostra capacità di diagnosi e il trattamento della retinopatia diabetica, e progressi nei farmaci stanno dando alle persone con diabete l’opportunità di migliorare la gestione del glucosio e potenzialmente evitare o ritardare la progressione delle complicanze, quali la retinopatia.”

La presa di posizione delinea le fasi della retinopatia diabetica e mette in evidenza le raccomandazioni circa controllo glicemico ottimale e la riduzione della pressione sanguigna. La dichiarazione cita studi che hanno dimostrato gli effetti positivi portati dallo stretto controllo glicemico nel contenere i rischi di retinopatia diabetica e le sue progressioni in pazienti con diabete, e come tali benefici possono durare per anni. Le raccomandazioni di screening sono inclusi anche nella dichiarazione, l’ADA suggerisce che gli adulti con diabete di tipo 1 debbono fare un esame completo degli occhi entro cinque anni dall’insorgenza del diabete, e che le persone con diabete di tipo 2 debbono fare un esame al momento della diagnosi. Inoltre, si raccomanda che le donne con diabete preesistente in gravidanza o che stanno pianificando una gravidanza dovrebbero essere istruite sui rischi di sviluppare la retinopatia diabetica. Specifiche raccomandazioni  ai diabetici per il trattamento della retinopatia e la sua gestione sono descritti anche nella dichiarazione di posizione.

“L’aggiornamento delle linee guida si basa sulle raccomandazioni di un team di esperti oftalmologici che hanno compilato le informazioni provenienti da più di 45 studi di ricerca, e sono aggiornate su di una componente significativa dei nostri sforzi per offrire informazioni basate su prove ai medici e persone con diabete “, ha detto William T. Cefalù, MD, direttore scientifico e medico della American Diabetes Association.

La dichiarazione completa sarà pubblicato online in http://care.diabetesjournals.org/lookup/doi/10.2337/dc16-2641 il 21 febbraio 2017



.