Terapie

Ipoglicemia grave legata a un aumento del rischio di morte nelle persone con diabete

Un singolo episodio di grave ipoglicemia (abbassamento fulminante di zucchero nel sangue da richiedere l’andata al pronto soccorso è stato associato con quasi il doppio di rischio di malattie cardiovascolari o di morte, trova un nuovo risultato di uno studio prodotto dalla Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health Study negli adulti più anziani con diabete di tipo 2.

Inoltre, utilizzando i dati di un ampio studio longitudinale, i ricercatori hanno scoperto che un terzo degli adulti più anziani con diabete che avevano sperimentato un grave episodio di basso livello di zucchero nel sangue (ipoglicemia) è morto entro tre anni l’incidente. Nell’analizzare dei dati, i ricercatori hanno controllato per tali variabili come quanto era grave il diabete dell’individuo e quanto tempo era passato dalla diagnosi.

I ricercatori dicono che i loro risultati suggeriscono come i medici dovrebbero voler prestare particolare attenzione ai pazienti che sono stati inviati al pronto soccorso per ipoglicemia dopo aver perso conoscenza, avendo sperimentato un altro grave evento per la salute. I risultati stati presentati il 10 marzo nel corso dell’American Heart Association EPI | LIFESTYLE 2017 Scientific Sessions a Portland, Oregon.

“Se si dispone di un paziente con una storia di ipoglicemia grave, questo potrebbe presagire male per il suo futuro”, dice Alexandra K. Lee, MSPH, dottoranda in epidemiologia presso la Scuola di Bloomberg. 

Lo studio è pubblicato sulla rivista scientifica per medici Circulation.

Dice l’autore maggiore dello studio, Elizabeth Selvin, PhD, professore di epidemiologia presso nella medesima struttura: “L’ipoglicemia è chiaramente un fattore di rischio sotto-riconosciuto per la morte e la malattia cardiovascolare nelle persone con diabete, stiamo trattando molte persone in questo paese per per l’iperglicemia ma non su questo versante della patologia. Avvertiamo la  la necessità di essere molto attenti che il trattamento non sia troppo “ballerino” e causare ipoglicemia, una condizione potenzialmente più grave di quello che abbiamo veramente capito. ”

Il diabete è una condizione caratterizzata dalla incapacità del corpo di gestire correttamente il livello di glucosio (zucchero) nel sangue. Mal controllato lo zucchero nel sangue lo è quando i livelli sono troppo alti – così da poter portare a complicazioni future come la cecità e danni ai nervi. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, circa 29 milioni di americani hanno il diabete e altre stime dicono che circa il 85 per cento sta prendendo farmaci per abbassare la glicemia.

A volte, questi sforzi per abbassare lo zucchero nel sangue con i farmaci vanno troppo lontano. Da uno al due per 100 di persone con diabete ogni anno ha esperienza di ipoglicemia grave che termina con l’andata in ospedale, dice Lee.

Per lo studio, i ricercatori hanno analizzato i dati provenienti dai partecipanti al Atherosclerosis Risk in Communities (ARIC) di coorte, uno studio su 15.792 residenti in quattro comunità negli Stati Uniti, che erano di età compresa tra 45 e 64 anni quando lo studio è iniziato nel 1987. In particolare, i ricercatori si sono concentrati su 1.198 partecipanti con diabete di tipo 2, che sono stati seguiti per una media di 15 anni. Essi hanno scoperto che 192 avevano sperimentato ipoglicemia che li ha portati al pronto soccorso o  ricovero in ospedale. Quelle persone avevano quasi il doppio delle probabilità di morire di qualsiasi causa di coloro che, con diabete, non hanno avuto una grave ipoglicemia.

I ricercatori dicono che gli studi precedenti hanno dimostrato come le persone che presentano una esperienza di grave ipoglicemia con un danno cardiaco di basso livello, tale evento genera un legame biologico tra ipoglicemia e morte per malattie cardiovascolari e potrebbe propagarsi a breve negli anni successivi. Inoltre, i ricercatori dicono che non è chiaro se le persone lr quali soffrono di un episodio ipoglicemico sono già malati rispetto a coloro che non lo subiscono, o se evento è ciò che li fa ammalare.

I farmaci per il diabete, come la metformina, che sono progettati per abbassare la glicemia alta, possono essere utile in alcuni pazienti, Selvin dice, ma non sono il trattamento “miracoloso” che le statine tendono ad essere per le persone con colesterolo alto. Se i farmaci per il diabete sono usati in modo improprio, lo zucchero nel sangue può pericolosamente abbassarsi. Allo stesso tempo, i benefici per piccole arterie dalla riduzione della glicemia spesso non sono realizzate per decenni. Considerando i rischi di ipoglicemia, Selvin dice che molti adulti più anziani possono vedere un ribasso e rialzo minimo mediante questi farmaci per il diabete.

“Se il beneficio è di 10 o 20 anni sotto la linea e i vostri pazienti hanno più 70 anni, forse non dovremmo dargli questi farmaci contro il diabete”, dice Selvin. “E ‘una cosa da considerare.”