Ricerca

Nuovo ruolo per le cellule immunitarie nella prevenzione del diabete tipo 2 e ipertensione

Pubblicità e progresso

Le cellule immunitarie che sono ridotti di numero dall’obesità potrebbe essere un nuovo obiettivo per il trattamento di malattie come il diabete di tipo 2 e ipertensione le quali colpiscono le persone in sovrappeso, secondo uno studio in collaborazione tra le università di Manchester, Lund Salford.

Pubblicità e progresso

In uno studio pubblicato su The Journal of Scientific Reports, i ricercatori di immunologia hanno studiato un tipo di cellule del sistema immunitario chiamato eosinofili. Gli eosinofili sono presenti in uno strato di tessuto grasso chiamato tessuto adiposo perivascolare (PVAT), che circonda i vasi sanguigni e aiuta a mantenere la normale funzione del vaso sanguigno riducendo la contrazione dell’arteria.

L’attuale ricerca condotta dai ricercatori ha scoperto che gli eosinofili sono stati notevolmente ridotti nel PVAT dell’obesità nei topi, e che la sua funzione era gravemente compromessa, contribuendo al diabete di tipo 2 e ipertensione. Questo è qualcosa mai osservato in precedenza.

La Dr Sheena Cruickshank, ricercatore principale dello studio finanziato dal Wellcome Trust-, ha dichiarato: “Questo tipo di cellula immunitaria è presente in molte parti del corpo e una volta era pensato agisse solo nelle infezioni parassitarie e nelle allergie, ma sta rapidamente diventando chiaro che ha un effetto significativo sui molti aspetti della salute e immunità “.

“Il nostro studio ha dimostrato che in realtà le secrezioni degli eosinofili hanno un profondo effetto sul modo in cui i vasi sanguigni funzionano e quando mancano, come con l’obesità, gravi problemi di salute possono iniziare a svilupparsi.”

Il ruolo degli eosinofili apre anche nuove opportunità nel studiare trattamenti per il diabete di tipo 2 e ipertensione.

PVAT dal grasso mancante negli eosinofili potrebbe rapidamente essere salvato con l’aggiunta di eosinofili, dimostrando che esiste il potenziale per un trattamento alla base volto a ripristinare questa funzione.

I ricercatori hanno osservato che gli eosinofili influenzano il rilascio di ossido nitrico e una proteina chiamata adiponectina, che controllano la funzione PVAT sana. Questa sembra essere una funzione unica di queste cellule immunitarie. I ricercatori sono particolarmente eccitati da quanto velocemente gli eosinofili potrebbero ripristinare la funzione PVAT, mostrando quanto potente possa essere.

“Queste cellule immunitarie sono tradizionalmente trascurate ma questo studio dimostra per la prima volta che hanno un ruolo diretto da svolgere nei processi nel corpo oltre il sistema immunitario.

“Esse sembrano essere incredibilmente importanti in una serie di processi e questo si presenta con una nuova area interessante per indagare tutta una serie di malattie.”



Categorie:Ricerca

Con tag:,