Batticuore

Questi cinque test predicono meglio il rischio di malattie cardiache

Cinque semplici test medici insieme forniscono una valutazione più ampia e accurata del rischio di malattie cardiache rispetto ai metodi attualmente utilizzati, i cardiologi della UT Southwestern Medical Center hanno rilevato.
Insieme, i risultati dei cinque test – un elettrocardiogramma, una TAC limitata, e tre esami del sangue – meglio prevederono chi svilupperà una malattia cardiaca rispetto a strategie standard che si concentrano sulla pressione sanguigna, il colesterolo, il diabete, e storia di fumo, i ricercatori hanno segnalato.
“Questa serie di test è davvero potente per identificare il rischio inaspettato tra gli individui con pochi fattori di rischio tradizionali. Queste sono persone che non sarebbero consapevoli del fatto di essere a rischio di malattie cardiache e potrebbero non essere oggetto di terapie preventive”, ha detto il dottor James de Lemos, professore di Medicina interna.
I cinque test, e le informazioni che forniscono:
Un ECG a 12 derivazioni fornisce informazioni sulla ipertrofia, o ispessimento del muscolo cardiaco.
Una TAC a scansione calcio coronarica, una delle immagini a bassa radiazione di prova , identifica l’accumulo di placca calcificata nelle arterie del cuore.
Un esame del sangue per la proteina C-reattiva indica infiammazione.
Un esame del sangue per l’ormone NT-proBNP indica lo stress sul cuore.
Un esame del sangue per alta sensibilità troponina T indica un danno al muscolo cardiaco. test della troponina è utilizzato regolarmente dagli ospedali per diagnosticare attacchi di cuore, ma ad alta sensibilità della troponina, indica piccole quantità di danni che possono essere rilevati in individui senza sintomi o segni premonitori.
Quattro delle cinque prove sono attualmente prontamente disponibili e il quinto –  alta sensibilità della troponina T – sarà disponibili a breve.
I ricercatori hanno utilizzato i dati di due studi di grandi dimensioni sulla popolazione, tra cui il Dallas Heart Study , che hanno seguito un folto gruppo di individui sani per più di un decennio. Il loro studio, che appare sulla rivista Circulation , è stato in parte finanziato dalla NASA per sviluppare strategie per predire la malattia di cuore negli astronauti.
Il nuovo studio si è concentrato su un più ampio spettro di eventi cardiovascolari e non solo quelli relativi al colesterolo per accumulo di placca, come la valutazione del rischio tradizionale fa.

“Uno degli obiettivi principali di questo studio è quello di ampliare la portata del predizione del rischio al di là del solo attacco di cuore e ictus. Siamo convinti che le persone sono interessate in tutto il portafoglio di problemi cardiaci che possoni svilupparsi tra cui l’insufficienza cardiaca e la fibrillazione atriale “, ha detto il Dr. Amit Khera, Professore di Medicina interna e direttore del Programma di Cardiologia preventiva del UT Southwestern.

L’insieme delle cinque prove non solo espande la predizione del pericolo per includere il rischio di insufficienza cardiaca e fibrillazione atriale, ma anche dimostra di essere un migliore predittore di infarto e ictus rispetto agli approcci attualmente raccomandati. L’insufficienza cardiaca è una condizione cronica in cui il cuore si indebolisce progressivamente e la fibrillazione atriale è un problema del ritmo cardiaco. Entrambe le condizioni sono in aumento con l’invecchiamento della popolazione.
“C’è una vera e propria necessità di portare la scienza moderna alla previsione del rischio di malattie cardiache, che ha conta sui fattori di rischio tradizionali per decenni”, ha detto il dottor de Lemos. “Abbiamo voluto determinare se i progressi nella diagnostica per immagini e i biomarcatori basati sul sangue ci potrebbero aiutare a individuare meglio chi ha a rischio di malattie cardiache”.
Il valore aggiunto dei risultati del pannello di prova dalla accurata selezione di test che erano complementari ma non ridondante, Dr. Khera detto.
“Queste cinque prove sono tutti in piedi da soli già E ci hanno ciascuna dicono qualcosa di diverso su potenziali problemi di cuore -.. Stanno additivo Di conseguenza, stiamo ottenendo una buona occhiata al rischio globale di malattie cardiovascolari”, ha detto il dottor Khera , che detiene il cuore Ball Chair Dallas nel ipertensione e malattie cardiache.
I test sono stati combinati in un semplice sistema di punteggio con un punto per ogni risultato anomalo. Rispetto a quelli con nessun test anormale, quelli con cinque risultati anormali avevano più di 20 volte il maggiore rischio di sviluppare complicanze cardiache nei prossimi 10 anni.
Lo studio è stato finanziato in parte da una borsa di ricerca dallo Space Biomedical, un consorzio NASA per studiare gli effetti sulla salute del volo spaziale di lunga durata.
“La NASA sta valutando missioni a lungo termine, ad esempio su Marte. Gli astronauti sono persone altamente qualificate e c’è un investimento accresciuta in missioni a lungo termine. Se qualcuno ha un evento cardiovascolare sarebbe catastrofico”, ha detto il dottor Khera.
E ciò che è utile prevedere la salute del cuore degli astronauti è utile per il pubblico.
“Siamo interessati a prendere i principi utilizzati dalla NASA e la loro applicazione in persone sane. Un individuo che è interessato a ottenere un sacco di informazioni circa il suo rischio cardiaco nel corso dei prossimi 10 o 20 anni può ottenere un sacco di informazioni utili da questi cinque test”, ha detto il dottor de Lemos.
Entrambi i ricercatori hanno sottolineato, tuttavia, che questi test non sono per tutti e dovrebbero essere fatti solo in collaborazione con un medico cardiologo per la prevenzione delle malattie, per aiutare a interpretare i risultati.