Reni

Livelli Reali di Assistenza

Livelli Reali di Assistenza e Livelli Essenziali di Assistenza: scopri le differenze. I Livelli Essenziali di Assistenza sono quel mattone di byte e carta che riporta tutte le prestazioni sanitarie offerte dallo Stato tramite le Regioni che hanno competenza in materia di organizzazione della sanità, ai cittadini italiani e dell’Unione Europea. All’interno di questa declaratoria suddivisa per patologie croniche, tumorali, rare ecc.

A parte balzelli, tributi e ticket per poter accedere alle prestazioni c’è il fatto: il Livello Reale di Assistenza. E vengo al dato: vi sono determinate visite mediche che non sono fruibili, accessibile tramite prenotazione con il CUP in regime pubblico dai sei mesi a un anno di tempo, così praticamente devi rivolgerti giocoforza in libera professione, extramoenia intramoenia che sia.

Pubblicità e progresso

Tra queste c’è la visita nefrologica: la constatazione è diretta. L’altro giorno il mio medico diabetologo, a seguito del livello della pressione arteriosa sistolica alta e dell’intreccio con l’instabile equilibrio che porta all’insufficienza renale, ma ha prescritto una visita nefrologica per una consulenza.

Nel recente passato ho fatto tre volte la visita nefrologica, di cui due in libera professione e la terza, per un colpo di fortuna in quanto era saltato un appuntamento, in regime pubblico. Nella sostanza sta di fatto che oramai buona parte delle visite specialistiche sono non prenotabile col servizio sanitario pubblico in termini di tempo accettabili.

Chi ha i soldi per ricorrere alla libera professione o di avvalersi di assicurazione sanitaria integrativa riesce a supplire al divario temporale, gli altri aspettano la sorte.

Soluzioni?

Una c’è: tra corruzione e mafie corporative presenti nei vari gangli delle specializzazioni e sottospecializzazioni mediche, infermieristiche, paramediche, burocratiche e paraculistiche, dov’è anziché prevenire si preferisce tagliare spese, arti e controparti, far pagare direttamente i vari nefrologi, cardiologi, oculisti alle case farmaceutiche e ai gestori di telefonia mobile.

Ah per concludere l’epica della visita nefrologica: a distanza di 6 mesi la più vicina disponibilità offerta è a Piacenza o a Ravenna posti, come è noto, molto comodi da raggiungere con i mezzi pubblici da Bologna.

Siccome siamo nell’ambito del turismo sanitario a quel punto penso sarebbe più comodo andare a Gorizia per la visita, così ti fai un tour al casino di Lubiana e poi viene seguito a Trieste per la ludopatia dalla struttura psichiatrica che fu del compianto Basaglia.