Tecno

Raccomandazioni per ottimizzare il monitoraggio continuo del glucosio nella ricerca clinica del diabete


I vantaggi del monitoraggio continuo del glucosio (CGM) per ottenere misurazioni della glicemia in tempo reale e la sua capacità di individuare e persino predire eventi ipo e iperglicemici lo rendono uno strumento molto utile per la valutazione sperimentale dei farmaci ipoglicemizzanti e nuovi approcci per il trattamento del diabete. Le sfide attuali per l’utilizzo eki CGM nella ricerca clinica e le raccomandazioni specifiche su come ottimizzare l’uso dei dai dati raccolti dal CGM negli studi clinici sono esplorati in un articolo su Diabetes Technology & Therapeutics( DTT), una rivista da Mary Ann Liebert , Inc., editori . L’articolo è disponibile gratuitamente sul sito fino 2 luglio 2017. L’articolo intitolato ” l ruolo del monitoraggio continuo del glucosio negli studi clinici: Report sulle raccomandazioni  ” autori – Oliver Schnell, Forschergruppe diabetes , Monaco di Baviera, in Germania, Philip Home, Newcastle University, Newcastle upon Tyne, Regno Unito, e un team internazionale di ricercatori.

Il CGM offre l’opportunità di migliorare la propria gestione del controllo glicemico, in particolare per le persone che sono a più alto rischio di ipoglicemia. Tra le raccomandazioni dei ricercatori c’è la necessità di una migliore standardizzazione del CGM.

“L’uso del monitoraggio continuo del glucosio sta aumentando in modo significativo nei pazienti insulino-dipendenti insieme a un uso più ampio negli studi clinici”, spiega DTT Editor-in-Chief Satish Garg, MD, Professore di Medicina e Pediatria presso l’Università del Colorado Denver (Aurora) .



Categorie:Tecno

Con tag:,