Donne e diabete

La ricerca fondata sulla differenze di genere

Negli ultimi dieci anni, molti farmaci sono stati tirati dal mercato a causa di tossicità sono stati ritirati perché hanno colpito più le donne degli uomini. Si scopre così che gli studi hanno portato i farmaci sul mercato sono stati progettati utilizzando solo le cellule maschili nei modelli animali, un difetto comune che gli endocrinologoi del Tulane stanno lavorando per correggerli.

“Abbiamo davvero bisogno di studiare entrambi i sessi”, afferma il Dr Franck Mauvais-Jarvis, una voce importante nel dibattito per portare la parità di sesso pre-clinica nella ricerca. “L’attenzione su un singolo sesso rischia di limitare l’impatto dei risultati della ricerca, così come i risultati possono essere rilevanti per solo la metà della popolazione.”

Mauvais-Jarvis , professore di endocrinologia presso la Tulane University School of Medicine, è l’autore di un recente articolo pubblicato sulla rivista Cell Metabolism per aiutare gli scienziati che studiano l’obesità, il diabete o altre malattie metaboliche a tenere maggiormente conto delle differenze di sesso insite nella ricerca.

Mentre i ricercatori del National Institutes of Health hanno recentemente considerato il sesso come una variabile biologica includendo entrambi i sessi nella ricerca pre-clinica, c’è poco orientamento nella progettazione di studi per considerare pienamente le differenze di sesso nei meccanismi biologici sottostanti. L’articolo descrive le cause delle differenze di sesso e modelli di ricerca e le modalità in cui gli investigatori debbono tenere conto di questi fattori.

L’obiettivo di Mauvais-Jarvis’ è quello di aiutare gli investigatori a capire meglio che le differenze di sesso non sono semplicemente un aspetto superficiale della ricerca, che si rappresentano soltanto per diversi gruppi di ormoni. Egli sostiene che maschi e femmine sono due diversi sistemi biologici.

“Le differenze di sesso sono al centro del meccanismo dei tratti biologici e della  malattia”, spiega Mauvais-Jarvis. “Crediamo che l’integrazione di studi concepiti in modo appropriato sulle differenze di sesso nel metabolismo e altri campi sapranno accelerare la scoperta e migliorare la nostra capacità di curare le malattie. Questa è la base fondamentale della medicina di precisione”.