Renò

Il rischio di nefropatia diabetica collegato a livelli elevati di sRage

I Prodotti finali avanzati della glicazione (AGE) e i loro recettori (RAGE) svolgono un ruolo importante nell’aterosclerosi accelerata nel diabete.

I livelli sierici di recettore solubile per i prodotti finali di glicazione avanzata (SRage) sono associati ad un maggior rischio di sviluppo della nefropatia diabetica (DN) nei soggetti con diabete di tipo 1, secondo uno studio pubblicato online il 19 giugno Diabetes Care.

Ronald Klein, MD, presso l’Università del Wisconsin Facoltà di Medicina e Sanità pubblica a Madison, e colleghi hanno esaminato la correlazione tra i livelli sierici di carbossimetilcellulosa lisina (CML) e SRage con il rischio di sviluppare DN nel corso di un periodo di 22 anni. I dati rilevanti sono stati riscontrati su 676 dei 2.350 partecipanti che hanno contribuito alla rilevazione dell’indagine impiegando il modello di intervallo Multistate Markov.

I ricercatori hanno scoperto che l’incidenza stimata di cinque anni di DN è stato del 15 per cento. Livelli più elevati di SRage erano significativamente associati con una incidenza di DN dopo aggiustamento per durata del diabete (HR = 1.12 per 0,2 log pg / mL). Dopo ulteriore aggiustamento per età alla diagnosi del diabete e livello di emoglobina A1c, la correlazione persisteva significativamente, così come per SRage con incidenza della malattia renale cronica (CKD) e proteinuria. Non c’era alcuna associazione significativa per il livello LMC con lo sviluppo della DN, CKD, o proteinuria. Livelli più elevati di SRage e CML sono collegati ad un aumentato rischio di morte conseguente a DN (hazard ratio, rispettivamente 1.12 e 1.08 a 0.2 log pg / mL,), dopo aggiustamento per altri fattori.

“Abbiamo trovato prove che i livelli sierici dello SRage sono modestamente ma significativamente associati con l’incidenza di DN indipendentemente da altri fattori di rischio studiati”, gli autori scrivono.



Annunci

Categorie:Renò

Con tag:,