Terapie

Insulina basale: due studi dimostrano efficacia di Degludec nel ridurre gli eventi ipoglicemici e migliorare il compenso nei diabetici di tipo 1 e 2


Il trattamento con l’insulina degludec rispetto a glargine U100 per 32 settimane ha prodotto un  ridotto tasso degli episodi d’ipoglicemia (zucchero nel sangue)  tra i pazienti con diabete di tipo 1 e 2, secondo due studi pubblicati da JAMA .In uno studio, Wendy Lane, MD, del Mountain Diabetes e Endocrine Center, Asheville, NC, e colleghi hanno assegnato in modo casuale 501 pazienti adulti con diabete di tipo 1 e almeno un fattore di rischio di ipoglicemia per ricevere insulina  degludec una volta al giorno e poi passare alla glargine U100 ( n = 249) o viceversa per due periodi di trattamento di 32 settimane. I pazienti sono stati randomizzati a mattino o alla sera nel dosaggio all’interno di ogni sequenza di trattamento.

Ipoglicemia, comune nei pazienti con diabete di tipo 1, è un grave ostacolo per raggiungere un buon controllo glicemico. L’ipoglicemia grave può portare al coma o alla morte.

Tra i pazienti randomizzati, 395 (79 per cento) hanno completato il processo. I ricercatori hanno scoperto che l’insulina degludec rispetto alla glargine U100 ha provocato una minore incidenza di episodi ipoglicemici sintomatici complessivi e di ipoglicemia notturna  sintomatica nel periodo di mantenimento di 16 settimane e una percentuale inferiore sperimentata d’ipoglicemia grave durante il periodo di mantenimento (10 per cento vs 17 per cento). I risultati sono stati coerenti se analizzati nel pieno periodo di trattamento di 32 settimane.

Un limite dello studio, il tasso di ritiro più elevato del previsto, potrebbe essere un risultato della natura impegnativa del processo, tra cui la sua durata 64 settimane, due trattamenti diversi, e l’utilizzo di una fiala e siringa.

In un altro studio, Carol Wysham, MD, della University of Washington School of Medicine, Spokane, e colleghi hanno assegnato in modo casuale 721 pazienti adulti con diabete di tipo 2 e almeno un fattore di rischio di ipoglicemia che sono stati precedentemente trattati con insulina basale con o senza farmaci antidiabetici orali per ricevere degludec una volta al giorno seguita da insulina glargine U100 (n = 361) o viceversa all’interno di ogni sequenza di trattamento. Lo studio ha incluso due periodi di trattamento di 32 settimane. L’ipoglicemia è un serio rischio per i pazienti insulino-trattati con diabete di tipo 2.

Tra i pazienti randomizzati, 580 (80 per cento) hanno completato il processo. I ricercatori hanno scoperto che il trattamento con l’insulina degludec rispetto alla glargine U100 ha comportato una riduzione statisticamente e clinicamente significativa  del tasso di ipoglicemia sintomatica complessiva e ipoglicemia notturna  sintomatica nel corso del periodo di mantenimento di 16 settimane. I risultati hanno mostrato un tasso significativamente più basso di ipoglicemia grave con insulina degludec. La proporzione di pazienti con ipoglicemia grave durante il periodo di mantenimento erano 1,6 per cento per l’insulina degludec vs 2,4 per cento per l’insulina glargine U100.



Categorie:Terapie

Con tag:,,

1 risposta »