Ricerca

La terapia di cellule staminali può aiutare a combattere il diabete

La terapia cellulare di cellule staminali può fornire benefici a lungo termine nel diabete di tipo 1 e tipo 2, secondo uno studio pubblicato in linea il 7 luglio in Stem Cells Translational Medicine .
Yong Zhao, MD, Ph.D., uno scienziato associato presso il Hackensack University Medical Center del New Jersey e i suoi colleghi ha esaminato quattro anni di dati su nove pazienti con diabete di tipo 1 in Cina. Due individui con diabete di tipo 1 che hanno ricevuto un trattamento di cellule staminali poco dopo la diagnosi (cinque e otto mesi più tardi) avevano ancora una normale produzione di peptide C e non hanno avuto bisogno dell’insulina quattro anni dopo un singolo trattamento. Un altro paziente tipo di 1  aveva avuto la malattia per quattro anni quando ha ricevuto il trattamento. Ha ancora migliorato i suoi livelli di peptide C, ma non è stato considerato in remissione. I restanti sei pazienti con tipo 1 hanno visto diminuire nel tempo i loro livelli di peptide di C.

I ricercatori hanno inoltre esaminato sei pazienti con grave diabete di tipo 2 (da 15 a 24 anni) di lunga durata. Hanno trovato che il trattamento ha aiutato quattro pazienti a raggiungere livelli normali di C-peptide e mantenerli durante il follow-up di quattro anni. “Per i quattro pazienti di tipo 2, il loro peptide C è molto stabile dopo un trattamento”, ha detto Zhao a HealthDay .

“La terapia delle cellule staminali è un approccio sicuro” con efficacia a lungo termine, ha detto Zhao. Oltre ad aiutare le persone affette da diabete, Zhao ha affermato che il trattamento potrebbe aiutare soggetti con altre malattie autoimmuni, forse includendo l’alopecia areata, lupus, tiroidite di Hashimoto e sindrome di Sjogren.



Categorie:Ricerca, Terapie

Con tag:,