Compliance

Doctor Excel

Dottor Spreadsheet, offusco i disegni pastellati racchiusi nella salamoia delle olive taggiasche mentre echeggia il canto di Craig Connelly, sulle note di No One Like You.

Caro Excel con ho più voglia di scrivere, immettere dati, cifre, numeri, fare calcoli, medie, condizionali saldi in verde rosso o giallo.

Mi sono rotto le palle.

Sbaglio? Anche se la riposta è affermativa non m’importa ne mi esporta niente a fronte del rigonfiamento ancestrale e testicolare che troneggia sulla valle all’alba di un altro mattino.

But i did!

Il foglio elettronico, il diario glicemico, l’app coi dati da scaricare e interpretare e approfondire.

E si replica

Si ripete

Entro nello stagno mi faccio un bagno

Non esco più

In fondo cosa sono? Gocce di sangue

Oltre la memoria al di là delle mutande. E’ facile. Lo è. Non pensare. Il pensiero verrà a trovarti ma ora non pensare.

Sono e resto persona educata

Quando saluto la vita mi costa fatica, a te ho sempre pensato anche se il rapporto è stato quasi del tutto telematico.

Il sole le stelle sono sempre lì appese sul buio.

E faccio mia la tua voce

Mentre chiudo questa pagina e raccolgo la polvere accumulata nelle tasche.

Vagito smarrito amico tempo

Che te ne vai