Tecno

Pancreas artificiale: la Roche scende in campo con Senseonics per lo sviluppo di un sistema ad ansa chiusa

Tre siti europei di sperimentazione clinica per il test del sistema ad ansa chiusa, tra cui Padova.
Senseonics Holdings, Inc. (NYSE-MKT: SENS), società di tecnologia medica focalizzata sullo sviluppo e la commercializzazione di prodotti di monitoraggio del glucosio trasformati, ha annunciato oggi una collaborazione con TypeZero Technologies, Inc., Società di gestione del diabete e Roche Diabetes Care, Inc., leader mondiale nei sistemi e servizi di gestione del diabete, per sviluppare un sistema di erogazione automatica a lungo termine di insulina.
La collaborazione è sviluppata con l’Istituto Nazionale per la Salute (NIH) – funded International Diabetes Closed Loop (IDCL) Trial, che è stato progettato per testare i sistemi automatici di erogazione dell’insulina. “Questa partnership è un esempio di come l’industria, la ricerca e la cura clinica lavorino insieme per spostare tecnologie innovative dalla ricerca allo sviluppo e poi ai pazienti per ridurre al minimo l’onere del diabete”, ha dichiarato la dottoressa Boris Kovatchev, direttore del Centro per la tecnologia del diabete dell’Università della Virginia e principale ricercatore al centro dei test IDCL.
Questa fase del processo IDCL integra il sistema Eversense ® CGM di Senseonics , un sistema continuo di monitoraggio del glucosio (CGM) impiantabile a lungo con gli algoritmi AP di TypeZero e lAccu-Chek® Insight Insulin Pump di Roche. Il software di controllo inControl regolerà  automaticamente la distribuzione dell’insulina sulla base della combinazione dei dati ricevuti dal sistema CGM e dalla pompa di insulina.
“La promessa di sistemi automatici di erogazione dell’insulina sta nella capacità di mantenere in modo automatico e sostenibile un controllo stretto del glucosio evitando l’ipoglicemia. Con questa partnership, facciamo un passo avanti per portare questa promessa sul mercato e per migliorare significativamente le sfide quotidiane delle persone affette da diabete “, ha dichiarato Tim Goodnow, Presidente e CEO di Senseonics.
La collaborazione è la prima del suo genere per incorporare un sensore CGM che dura fino a 90 giorni con una pompa di insulina facile e discreta e algoritmi intelligenti per applicazioni a ciclo chiuso. La prova includerà tre centri clinici in Europa – l’Università di Amsterdam nei Paesi Bassi, L’Università di Padova in Italia E l’ospedale Universitario di Montpellier in Francia. Hans de Vries, professore di Medicina Interna all’Università diAmsterdam ritiene che “è il momento di concentrarsi sullo sviluppo di tecnologie e sistemi che migliorino la vita per soddisfare le esigenze di una popolazione diabetica sempre più connessa. I miei pazienti sono pronti per questi prodotti adesso “.
“Stiamo contribuendo a una ricerca importante sui sistemi automatizzati di erogazione dell’insulina da molti anni. Ecco perché siamo ancora più eccitati nel poter costruire delle eccellenti partnership e fare la nostra parte così da arrivare al livello successivo all’interno del processo IDCL. Crediamo che questa ricerca ci aiuterà a fare la vera differenza per le persone affette da diabete, in quanto vogliamo migliorare il loro tempo nella gamma del compenso glicemico e liberarli da molte routine quotidiane “, ha dichiarato Marcel Gmuender, responsabile globale della Roche Diabetes Care.
“Il nostro obiettivo è stato per lungo tempo di portare ai pazienti prodotti rivoluzionari, come lo è il pancreas artificiale, il più rapidamente possibile, e la nostra partnership con i pionieri dell’industria quali Senseonics e Roche ci porta a farlo”, ha detto Chad Rogers, CEO di TypeZero. “Siamo entusiasti di consegnare una soluzione Senseonics-Roche-TypeZero alla prova IDCL e, in definitiva, offrire ai pazienti opzioni differenziate per gestire il loro diabete di tipo 1.”