Complicanze varie/eventuali

La stuoia intelligente rileva precocemente le ulcere del piede

Durante la sua residenza in anestesiologia presso l’Ospedale Generale del Massachusetts, a metà degli anni 2000, Jon Bloom ha visto la sua buona parte di amputazioni ai piedi tra i pazienti con diabete. Il colpevole: le ulcere del piede infetto.

“Per alcuni giorni, non feci altro che trascorrere l’intera giornata che ad amputare”, dice Bloom. “È un grosso problema per il quale non abbiamo fatto grandi passi avanti finora”.

Ma oggi Bloom, ha sviluppato Podimetrics un tappetino intelligente in grado di rilevare segni di allarme precoce prima che si formino le ulcere nel piede, che può ridurre drasticamente le amputazioni e i costi medici. L’avvio è stato inoltre co-fondato da Brian Peterson SM ’13, MBA ’13, , che lo chief technology officer di Podimetrics.

Concepito in un hackathon del MIT Hacking Medicine, il tappetino intelligente è dotato di sensori che rilevano piccoli punti di temperatura intorno al piede, i quali precedono la formazione di ulcere. Un paziente si posiziona sulla stuoia per circa 20 secondi al giorno e le misurazioni vengono inviate al cloud. Se si sospetta un’ulcera, viene inviato un alert al medico del paziente, che può aiutare il diabetico ad avviare un piano di trattamento.

Attualmente, la stuoia è in più di 500 case. In un documento pubblicato recentemente su Diabetes Care, si è rilevato che il 97 per cento delle ulcere incipienti venivano diagnosticate circa cinque settimane dal medico. “È un enorme ritardo, recuperando tale dove i pazienti e i medici possono mettere in atto un piano con l’obiettivo di prevenire l’ulcera del piede”, dice Bloom.

L’altra promettente statistica dallo studio, aggiunge Bloom, è che 86 per cento dei soggetti sottoposti a test hanno utilizzato il sistema almeno tre giorni alla settimana per tutta la durata del processo di nove mesi. “Questa è stato il dato più emozionante”, spiega, “perché sappiamo che è una sfida [per i pazienti] incorporare queste tecnologie nel flusso della quotidianità”.

Tracciamento del calore

Una volta formate, le ulcere del piede hanno un’elevata probabilità di infezione. Secondo la Mayo Clinic, oltre l’80 per cento delle amputazioni da parte dei pazienti diabetici sono dovuti a ulcere infettate del piede.

Sono anche costosi per i pagatori pubblici e privati: i costi medici sono stimati da circa 15.000 a 20.000 dollari per paziente ad ulcera. Secondo uno studio pubblicato su Diabetes Care nel 2014, la cura dell’ulcera aggiunge circa 9 miliardi di dollari ai 13 miliardi di dollari ai costi annuali diretti associati al diabete, “la rende una delle complicanze più costose in tutta la branca medica”, Bloom dice.

La podimetrica si basa su una scoperta decennale: Le ferite si riscaldano prima che si rompino. Le ulcere del piede richiedono settimane per svilupparsi, di solito dalla forza di camminare o dagli attriti delle scarpe. Quando le ulcere iniziano a formarsi, il tessuto si rompe, causando infiammazione, portando a piccoli picchi di temperatura.

Nel 2007, il National Institutes of Health studio ha utilizzato il monitoraggio della temperatura a infrarossi come un segnale precoce delle ulcere del piede. Se i pazienti con diabete si allontanavano da picchi di temperatura di circa 2,2 gradi Celsius, lo studio ha trovato, gli incidenti di ulcere da piede dimnuivano del 70 per cento.

Podimetrics utilizza quella soglia, programmando la sua stuoia per monitorare tutte le aree del piede e delle note che sono 2.2 C più calde di altre aree. Una volta avvisati, i medici chiamano il paziente, dicendo loro di controllare i piedi fino a quando la temperatura non diminuisce. Oppure possono prendere un appuntamento.

La stuoia intelligente rileva precocemente i segni delle ulcere del piede lanciando l’allarme

Le ulcere del piede sono tradizionalmente diagnosticate visivamente dai pazienti o dai medici, una volta che si è sviluppata una malattia aperta. Da allora sono potenzialmente pericolose e costose in termini di tempo e denaro: i pazienti devono rimanere in piedi, a volte per mesi, per guarire. Devono anche tornare alla clinica una volta alla settimana.

Una preoccupazione comune per queste tecnologie diagnostiche è il tasso di falsi positivi. Ma nel nostro caso il problema non si è presentato, dice Bloom. Ogni tappetino può essere personalizzato in remoto per una soglia di temperatura superiore o inferiore. Una soglia inferiore significa maggiore sensibilità, ma più possibilità di falsi positivi; Una soglia superiore significa meno sensibilità ma anche potenziale inferiori di falsi positivi.

Inoltre, falsi positivi per le ulcere del piede non sono così distruttive come quelle per altre malattie e condizioni. Con falsi positivi per i tumori, per esempio, i pazienti possono ottenere una biopsia o un test del sangue non necessario. “Con ulcere al piede, potresti avere una telefonata extra o bisogno di camminare meno per un breve periodo di tempo”, dice Bloom. “È abbastanza benigno”.