prodotti

Controllare la glicemia senza bucarsi le dita

DIABETEASY per partecipare clicca qui

IMPORTANTE AVVERTENZA: Siccome le aspettative verso un controllo non doloroso e non invasivo dei livelli di glucosio nel sangue per noi diabetici, specie tipo 1 e giovani, sono molto elevate ed esistenti da tempo occorre fare una serie di precisazioni importanti circa questa tecnologia. Innanzitutto sono diversi le prove fatte per testare la glicemia con tecnologia ottica e laser e tutte si sono dimostrate inaffidabili e inefficaci. Poi per quanto riguarda questo Epic non si ha traccia di studi avvalorati da istituti scientifici o a livello accademico/universitario. Appare come un tecnica uscita dal capello a cilindro. L’unica cosa certa e positiva è che per la fine di quest’anno sarà disponibile per il download gratuitamente, ma a ben pensarci c’è il suo perché. Non avendo fatto test diffusi e noti nei fatti scaricandola chi la userà sarà un tester reale della tecnologia, e si capirà da lì se è un ennesimo “Epic failure” (fallimento epico) o cosa. 

La prima applicazione per il diabete al mondo che sarà in grado di controllare i livelli di glucosio senza bisogno di forare la pelle per estrarre il sangue

La prima applicazione sanitaria che potrebbe monitorare i livelli di glucosio della gente senza forare la pelle – uno sviluppo che è stato descritto come il ” sacro graal ” nella cura del diabete.

L’app Epic potrebbe anche aiutare le persone a scoprire se sono a rischio di sviluppare il diabete e hanno bisogno di modificare lo stile di vita per evitare che questo diventi realtà.

Gli utenti saranno in grado di scoprire come vari tipi di cibo influenzano il loro metabolismo; per esempio, che cosa una lattina di coke farà sui loro livelli di zuccheri o frequenza cardiaca, oppure come un piatto di broccoli aiuta ad abbassare la pressione sanguigna.

Sarà anche possibile vedere come l’esercizio fisico o gli integratori influenzano i valori vitali base. Gli utenti dovranno solo mettere un dito sulla lente della fotocamera del loro smartphone, ha dichiarato la ditta londinese.

Sono state prese una serie di immagini ravvicinate che mostrano con precisione le informazioni sul flusso sanguigno dell’utente. Questi vengono poi inviati al cloud per l’analisi e possono fornire risposte su tutti i tipi di informazioni vitali – dalla frequenza cardiaca alla temperatura alla pressione sanguigna.

Può anche fornire informazioni alle persone sulla loro respirazione e la saturazione dell’ossigeno del sangue. Il SMBG (glucosio nel sangue auto-monitorato) è raccomandato per tutte le persone affette da diabete e i benefici clinici sono ampiamente accertati.

Gli sviluppatori dicono che l’applicazione sarà disponibile da scaricare – gratuitamente – sugli smartphone Android e iOS alla fine di quest’anno.

Che dire? Aspettiamo la fine dell’anno per testarla, ma intanto siccome di pacchi e simili abbiamo vasta esperienza, continuiamo ad usare glucometri tradizionali e sensori.