Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

Con il controllo a circuito chiuso ne beneficia il T1DM negli sport invernali prolungati

Per gli adolescenti con diabete di tipo 1 (T1D), un sistema di controllo a ciclo chiuso (CLC) è associato ad un controllo glicemico migliorato e una riduzione dell’esposizione all’ipoglicemia durante l’esercizio prolungato, le temperature fredde e l’altitudine, secondo uno studio pubblicato online il 30 agosto in Diabetes Care.

DIABETEASY per partecipare clicca qui

Marc D. Breton, Ph.D., dall’università di Virginia a Charlottesville, e colleghi hanno condotto uno studio randomizzato che ha coinvolto 32 adolescenti con T1D i quali hanno partecipato a un campo sci di cinque giorni in due siti. I partecipanti sono stati randomizzati al sistema con pancreas artificiale dell’Università di Virginia-CLC o con microinfusore controllati a distanza.
I ricercatori hanno scoperto che il tempo percentuale in gamma è stato migliorato utilizzando il CLC rispetto al monitor open-loop controllato dal medico (71,3 contro 64,7 per cento; +6,6 per cento; intervallo di confidenza 95 per cento, da 1 a 12; P = 0,005); notte. Nel complesso, è stato migliorata l’esposizione ad ipoglicemia e trattamenti di carboidrati (P ??= 0,001 e 0,007 rispettivamente), con effetti sul livello di attività sciistica intensa durante il giorno (P = 0,0001 e 0,006 rispettivamente). Il livello di attività sci/snowboard è rimast equilibrato tra i gruppi, con un forte effetto sul sito. Non sono stati osservati effetti negativi in ??associazione con CLC; i feedback dei partecipanti sono stati in gran parte positivi.
“Il CLC negli adolescenti con T1D,ha  migliorato il controllo glicemico e ridotto l’esposizione all’ipoglicemia durante le attività prolungate di sport invernali intensi, nonostante le sfide aggiunte da freddo e altitudine”, scrivono gli autori.
Alcuni autori hanno rivelato legami finanziari con l’industria farmaceutica.