Tecno

Il diabete di tipo 2 è gestito con successo online

Le persone con diabete di tipo 2 possono migliorare i livelli della loro salute utilizzando un nuovo strumento di gestione automatica basato sul web, secondo le ricerche condotte da UCL.

I risultati, pubblicati oggi in BMJ Open, e finanziati dall’Istituto Nazionale di Ricerca per la Salute (NIHR), provengono dal primo studio basato sul Regno Unito nel suo genere e dimostrano che i pazienti i quali utilizzano il programma HeLP-Diabetes hanno un migliore controllo del diabete dopo 12 mesi .

“Il diabete è una priorità del NHS, con circa 4 milioni di persone in Inghilterra che vivono con il diabete di tipo 2. Questo strumento di autogestione offre un metodo basato su prove e costi efficaci per migliorare i risultati della salute, per i pazienti sia all’inizio che in seguito alla diagnosi, tale strumento potrebbe essere offerto come parte del menu attuale di supporto per l’autogestione “, ha dichiarato la professoressa Elizabeth Murray, responsabile del dipartimento di ricerca e co-direttore dell’unità eHealth (UCL Epidemiology & Public Health).

Lavorando con i medici del Whittington Health e i ricercatori dell’Università di Cambridge i test hanno confrontato il controllo e lo stress del diabete in un gruppo randomizzato di 374 pazienti provenienti da 21 strutture diverse in Inghilterra, la cui età media era appena sotto i 65 anni. 185 pazienti hanno utilizzato il programma HeLP-Diabetes sviluppato presso UCL e un gruppo di controllo di 189 pazienti hanno adoperato informazioni da un sito statico e basato su testo.

DIABETEASY per partecipare clicca qui

I dati clinici anonimi sono stati raccolti sulla base dei valori di una molecola di controllo del diabete chiamata emoglobina glicata (HbA1c) e i dati relativi allo stress del diabete sono stati raccolti attraverso un questionario di autocontrollo del paziente in cui i pazienti si valutavano da 1 a 100 (punteggi superiori indicavano più stress) contro 20 elementi concentrati su aree che causano difficoltà nella vita quotidiana.

Il controllo glicemico è stato scelto come una misura di esito in quanto il diabete poco controllato è associato a mortalità precoce e complicanze di rischio, come le malattie cardiovascolare. I partecipanti hanno dato priorità sullo stress correlato alla malattia come una misura primaria di esito in quanto circa il 40 per cento dei pazienti con diabete ha un livello di sofferenza significativo, che gravemente incide sulla loro qualità di vita.

La base di riferimento per HbA1c era del 7,3 per cento, ma alla fine i partecipanti al gruppo HeLP-Diabetes avevano un livello basso HbA1c rispetto a quelli del gruppo di controllo (rispettivamente 7,22 e 7,46). Si ritiene che questa riduzione dello 0,24 per cento attraverso sulla quota della popolazione possa tradursi in notevoli benefici per la gente colpita, poiché ogni riduzione dell’1% di HbA1c è associata a un calo del rischio del 21 per cento per i decessi legati al diabete e una riduzione del pericolo del 37 per cento per le complicanze microvascolari.

Mentre non esisteva differenza significativa tra i gruppi per lo stress correlato al diabete, è stato sottolineato che la linea di base per lo stress correlato al diabete era eccezionalmente bassa nel gruppo di pazienti sperimentato. Tuttavia, i pazienti che avevano il diabete da meno di sette anni hanno mostrato un impatto favorevole, suggerendo che l’intervento precoce potrebbe essere la chiave del processo.

“Sebbene le sessioni storicamente basate su gruppi siano state una scelta popolare per gli operatori sanitari, i programmi online offrono agli individui la flessibilità per accedere al supporto che si adatta al loro stile di vita. Tutto il contenuto del nostro programma è stato basato su una serie di ricerche di gestione del diabete, di cambiamento comportamentale, accessibilità e usabilità e promozione del benessere emotivo attingendo ai principi della terapia comportamentale cognitiva e della consapevolezza “, ha aggiunto la professoressa Murray.

“Questo è un importante passo avanti per aiutare le persone che vivono con diabete di tipo 2 a prendere il controllo della loro salute. Dare alle persone le competenze per curare il loro diabete è al centro di quello che facciamo. Oltre a contribuire a sviluppare il sito web, i nostri pazienti sono stati coinvolti sin dall’inizio. È stato meraviglioso vedere come le persone che hanno avuto accesso al programma HeLP-Diabetes, per aiutare a monitorare e controllare la loro condizione, sono state in grado di mantenere il diabete in assetto. molte persone con diabete possono beneficiare di questo emozionante nuovo sviluppo “, ha dichiarato la dott.ssa Maria Barnard, counselor per il diabete del Whittington Health.



Categorie:Tecno, Terapie

Con tag:,